Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Fiat Panda Hybrid: motore, allestimenti e prezzi con incentivi

Tra le citycar elettrificate che riscuotono maggior successo c’è la Panda Hybrid, versione elettrificata della piccola italiana. Motore tre cilindri Firefly con 70 Cv di potenza, omologazione ibrida e prezzo che parte da 11.600 con incentivo statale e rottamazione

La Fiat Panda si è dotata di recente della tecnologia mild hybrid, affilando le armi per mantenere lo scettro tra le citycar più apprezzate dagli automobilisti italiani. La nuova Panda Hybrid sfoggia un look da piccolo crossover urbano e sotto il cofano cela il motore 1.0 da 70 cavalli elettrificato, che beneficia dell’incentivo auto statale riservato alle auto con emissioni di Co2 inferiori a 110 grammi per chilometro. La citycar – che nel 2019 si è confermata l’auto più venduta in Italia – è l’unica della categoria ad essere disponibile in versione ibrida, metano, Gpl e 4×4: funzionale e maneggevole con le sue dimensioni compatte e dentro tanto spazio configurabile per ogni esigenza. Grazie al bonus, l’allestimento d’ingresso Easy passa da 13.750 di listino a 10.250 se si rottama una vecchia auto, in assenza della quale l’incentivo si dimezza e il prezzo della vettura diventa 12.000 euro.

L’accostamento tra la Fiat Panda e il concetto di auto da città è una costante fin dalla prima serie, lanciata nel lontano 1980. Le dimensioni sono a misura di centro urbano: è lunga 3,65 metri per 1,64 di larghezza e 1,61 di altezza. La carrozzeria dalle forme squadrate con particolari tondeggianti le conferisce robustezza e simpatia. Anche l’abitacolo è caratterizzato da una contaminazione di forme squadrate e linee tondeggianti, dalle quali trae origine la plancia ordinata e funzionale. Abbondante lo spazio a disposizione dei passeggeri e particolarmente intelligente la possibilità ripiegare lo schienale del sedile anteriore destro, consentendo di trasportare oggetti lunghi fino a due metri. Il bagagliaio può ospitare 225 litri di carico.

FIAT PANDA HYBRID: IL MOTORE

—  

La Panda Hybrid è equipaggiata con il tre cilindri da 1 litro di cilindrata della famiglia Firefly in grado di erogare 70 cavalli di potenza, e 92 Nm di coppia massima. È abbinato al nuovo cambio a sei marce e ad un motore elettrico Bsg (Belt integrated starter generator) che permette di recuperare energia in fase di frenata e decelerazione, immagazzinarla in una batteria al litio da 11 Ah di capacità, e poi utilizzarla con una potenza di picco di 4,9 cavalli, utile in fase di riavvio o come assistenza alla fase di accelerazione. Una soluzione che consente un abbattimento di consumi e di emissioni di Co2 fino al 20% rispetto al propulsore 1.2 Fire da 69 Cv, che per la Panda Hybrid si traduce in un consumo medio dichiarato di 4 l/100 km ed emissioni per 89-92 gr/km. Naturalmente la vettura offre tutti i vantaggi dell’omologazione come veicolo ibrido: agevolazioni come la libertà di accesso e circolazione nei centri urbani, la riduzione del costo del parcheggio in centro e le agevolazioni fiscali regolate dalle normative locali.

ALLESTIMENTI E PREZZI DELLA PANDA HYBRID

—  

La gamma della Panda Hybrid è articolata su quattro livelli di allestimento, quello di accesso – Easy – comprende di serie climatizzatore manuale, gli alzacristalli elettrici, gli airbag frontali e laterali, il servosterzo elettrico e radio Dab con presa Usb. Il prezzo di listino è di 13.750 euro che scendono a 10.350 sfruttando l’incentivo con la rottamazione, senza la quale si porta a casa la vettura a 12.000 euro. L’allestimento City Cross aggiunge alla dotazione di serie i cerchi in lega bicolori da 15 pollici, la radio Uconnect Mobile Dab con comandi al volante, i fendinebbia, le luci diurne a Led e gli appoggiatesta posteriori ad un prezzo di listino di 15.250 euro. Beneficiando dell’incentivo di 3.500 il prezzo scende a 11.750 euro, senza la rottamazione a 13.500 euro. In occasione del lancio della nuova motorizzazione, la Panda si è dotata di una speciale Hybrid Launch Edition, che include anche il climatizzatore automatico, i retrovisori a regolazione elettrica e riscaldati in tinta con la carrozzeria e il sedile guida regolabile in altezza al prezzo di listino di 16.250 euro. Come tutte le Panda ibride c’è il beneficio dell’incentivo statale che riduce il prezzo a 12.750 euro con rottamazione e 14.500 euro senza. Al top della gamma ibrida di Panda c’è l’allestimento Trussardi, che aggiunge rifiniture specifiche, cerchi in lega leggera da 15 pollici di colore nero lucido, le barre al tetto nere e il mobiletto lungo il tunnel centrale. Il prezzo di listino è di 17.250 euro, che scende a 13.750 euro con l’incentivo e la rottamazione oppure a 15.500 euro se non si rottama un vecchio veicolo.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *