Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Fiat Panda 4×4 elettrica: l’ultima di Lapo Elkann e Garage Italia

Il mito Fiat per eccellenza sottoposta alle cure di Garage Italia Customs: due motori elettrici, oltre 100 km di autonomia per la storica Panda

Garage Italia Customs, l’atelier di Lapo Elkann specializzato nella realizzazione di progetti speciali (non solo nell’automotive), si sta divertendo a rivedere le icone italiane a quattro ruote per traghettarle nel futuro (presente, ormai) a base di batterie. Così, nel quadro del programma Icon-e, è stata la Panda 4×4 a ricevere le attenzioni dei tecnici per renderla Integral-e, spinta da due motori elettrici. Il primo muove le ruote anteriori, il secondo (montato dietro) quelle posteriori. Al posto della trasmissione a 5 rapporti del modello endotermico c’è quindi una trazione integrale elettrica e il conducente ha a disposizione due modalità di guida: Eco e Sport. Con la prima, la coppia è ripartita all’80% all’anteriore e al 20% al posteriore. La seconda, invece, prevede uno schema classico di trazione integrale uniformando la ripartizione su entrambi gli assi. Per ora, non sono stati comunicati i dati principali del powertrain: per la cronaca, le precedenti Panda elettrificate da Garage Italia Customs disponevano di circa 100 km di autonomia e potevano raggiungere i 115 km/h.

abitacolo raffinato

—  

In compenso, Garage Italia Customs sottolinea che la Panda Integral-e – realizzata in collaborazione con il partner tecnico Newtron Group – non dispone di nessuna delle componenti meccaniche originali. La disposizione degli elementi del powertrain ha permesso di mantenere nel cofano originale la ruota di scorta.Per selezionare la marcia (Drive, Neutral e Reverse) sono presenti tre pulsanti tra i sedili anteriori. La presa di ricarica si trova dove originariamente era presente il bocchettone di rifornimento del carburante. Gli pneumatici dell’auto sono marchiati BF Goodrich. Gli interni sono stati ritoccati con l’obiettivo di renderli più raffinati. Troviamo, per esempio, rivestimenti in Alcantara, un impianto audio Jbl con diffusori su misura, il volante Nardi senza airbag e strumentazione digitale inserita nel cockpit originale. Il design esterno, invece, non presenta differenze rispetto a quello della Panda 4×4 originale. Ci sembra doveroso…

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *