Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ferrovie sbarca in Spagna, oggi il viaggio inaugurale Frecciarossa da Madrid a Valencia (da 18 euro)

È partito oggi alle 10.30 dalla stazione di Madrid Chamartin il viaggio inaugurale di Iryo, la società partecipata da Trenitalia in Spagna. Il viaggio, effettuato con un Frecciarossa 1000 con destinazione Valencia, ha anticipato di alcuni giorni il primo collegamento commerciale che verrà attivato il 25 novembre con le prime corse Madrid-Saragozza-Barcellona. Dal 16 dicembre sono previsti ulteriori collegamenti fra Madrid, Valencia e Cuenca. Il viaggio inaugurale ha visto a bordo anche la presenza di Raquel Sanchez, ministro dei Trasporti, della Mobilità e dell’Agenda urbana del governo spagnolo, di Maria Luisa Dominguez, presidente di Adif, oltre a Carlos Bertomeu e Simone Gorini, rispettivamente presidente e ceo di Iryo. All’arrivo alla stazione Joaquin Sorolla la delegazione è stata ricevuta da Ximo Puig, presidente della Generalitat di Valencia.

«Intendiamo mettere l’esperienza maturata nel mercato dell’Alta Velocità italiana a disposizione dell’Europa e della Spagna, così da replicare i risultati positivi e i modelli che si sono rivelati di successo, anche e soprattutto per i viaggiatori e per i territori», dice Luigi Ferraris, amministratore delegato di FS. Dal 31 marzo del prossimo anno Iryo attiverà i collegamenti tra Siviglia, Malaga, Antequera e Cordova e il prossimo 2 giugno raggiungerà anche Alicante e Albacete grazie a 20 Frecciarossa 1000. Il prezzo dei biglietti è fissato a partire da 18 euro a tratta.

È la testimonianza della qualità del nostro modello concorrenziale sull’alta velocità garantito dal duopolio con Italo. È il risultato della liberalizzazione del mercato ferroviario in Europa a partire da fine 2020. Una rivoluzione tecnologica per gli operatori, anche per i test di collaudo sulle reti che vanno nella direzione della totale interoperabilità negli anni fieramente osteggiata dai Paesi e ora spinta da Bruxelles. Stavolta l’Italia gioca un ruolo di primo piano. Perché la concorrenza da noi è realtà da diversi anni e ha finito per aumentare esponenzialmente la domanda di passeggeri. Trenitalia diventa sempre più un attore europeo. Già opera in Inghilterra (anche sulla Londra-Edimburgo), è partita nel 2020 la Milano-Parigi, opera già in Germania con la controllata Netinera nel trasporto pendolare e in Grecia.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *