Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ferrari Purosangue, l’attesa sta finendo. Il Suv potrebbe debuttare a metà giugno

Del primo Suv Ferrari si rincorrono le ipotesi sulle motorizzazioni e sul debutto. Su quest’ultimo elemento un indizio importante sembra arrivare dalle parole dell’Ad Benedetto Vigna, che anticipa anche alcuni dettagli sulla strategia Ferrari

Andrea Tartaglia @ andrea_tarta

È uno dei modelli più attesi, quello che introdurrà il Cavallino del mondo dei Suv. La Ferrari Purosangue (la cui linea semi definitiva è stata svelata da una serie di immagini pubblicate in rete) rappresenta il classico soffitto di cristallo che a breve verrà sfondato, la data di debutto ancora non c’è ma potrebbe non essere lontana, forse già a metà del prossimo giugno. Nulla di ufficiale, ma gli indizi potrebbero essere nelle parole di Benedetto Vigna, l’Ad della Rossa che in un’intervista a Il Sole 24 Ore ha raccontato molto della nuova organizzazione dell’azienda, nonché della visione su futuro. Rispondendo alla domanda circa l’effettivo valore di Ferrari al netto delle sfide della transizione, Vigna ha fissato una data precisa: “Penso che la risposta migliore arriverà il 16 giugno, giorno del nostro Capital Markets Day”.

ferrari, un marchio di lusso

—  

La Purosangue, ovviamente è un’ipotesi, potrebbe quindi debuttare ufficialmente a ridosso del giorno in cui verranno svelati i piani futuri del Cavallino, soprattutto nell’ottica del processo di elettrificazione, ineluttabile anche per Ferrari. Anche in assenza di conferme ufficiali, infatti, il primo Suv di Maranello dovrebbe vedere a listino una versione ibrida plug-in, nulla di sacrilego come spiega ancora Vigna: “Ferrari non è solo motore. Ferrari è una esperienza”. Un’esperienza incardinata sul concetto di “fun to drive” che è un’idea molto più ampia del suono del motore e che tocca le corde delle sensazioni trasmesse dalla guida di una Ferrari, quelle da tutelare anche in questa fase di transizione. Del resto l’elettrificazione della gamma di Maranello ormai è un processo avviato con quattro modelli in gamma equipaggiati da motori ibridi, una scelta che i clienti sembrano apprezzare: “Ferrari è un’esperienza e il cliente va accontentato e sorpreso tenendo in mente questa direttrice chiave”, spiega ancora Vigna al quotidiano economico. Il numero 1 di Maranello marca un altro punto chiave: “Ferrari non è solo un marchio dell’auto, essenzialmente è un marchio del lusso”, il che significa non solo produrre auto sportive ma vere e proprie icone di stile e di tecnologia. Una strategia nella quale Purosangue si calerà perfettamente.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *