Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Fasma: “Così lo sport ha cambiato la mia vita. Ma anche Vincenzo Cantatore…”

Il cantautore 25enne ha cominciato ad allenarsi durante il lockdown e da lì non ha più smesso. A Sanremo mentre gli altri dormivano lui faceva sport e oggi si allena con Vincenzo Cantatore, campione europeo e mondiale dei pesi massimi leggeri. La sua storia

Fasma, nome d’arte di Tiberio Fazioli, ha 25 anni ma vanta già due presenze a Sanremo dove ha gareggiato con “Parlami” che poi si è trasformato in disco di platino.
Nella sua vita, ce lo ha confidato, c’è sempre stato posto solo per la musica. Ma durante lockdown qualcosa è cambiato. Eh sì, perché paradossalmente lo stop forzato dalle attività di tutti i giorni, causa pandemia, ha di fatto avvicinato il cantautore allo sport. E ne ha cambiato la vita. In meglio.
“Facevo sport da piccolo”, racconta Fasma “ma non riuscivo a sfogarmi davvero. Per cui non dedicavo troppo tempo all’allenamento. Non ne avevo la curiosità né la voglia”.

la trasformazione e sanremo

—  

Eppure, quando tutto si ferma, Fasma sceglie di dedicare quel tempo che pare non passare mai e trasformarlo in occasione di crescita. “Non mi sono mai lamentato del lockdown, ho 24 anni, penso però che l’uomo abbia sempre bisogno di nuovi stimoli”. E allora ecco la svolta: “Ho iniziato con esercizi di respirazione che consistevano in lunghe apnee durante uno sforzo fisico tipo addominali o flessioni, quindi prediligevo esercizi a corpo libero. Da lì è diventata una sfida con me stesso e un impegno al quale oggi non rinuncio. Perfino durante Sanremo mi sono sempre allenato. Mentre gli altri riposavano io mi svegliavo alle 7 e facevo la mia ora e mezza di allenamento. Mi fa stare bene”.

un allenatore speciale

—  

E quando una cosa fa stare bene può trasformarsi in fretta in una sana dipendenza. “Oggi mi alleno 4 volte a settimana con Vincenzo Cantatore”, confida. E cantatore non è un allenatore qualsiasi, è un ex pugile e campione mondiale dei pesi massimi leggeri. “Quando si fa una cosa avere un punto di riferimento esperto è fondamentale. Non è un personal trainer per me, ma un maestro. Sa fin dove può spingersi e farti spingere. Capisce se un rallentamento è realmente fisico o di testa”.

il workout

—  

” Una sessione di allenamento con Vincenzo – racconta Fasma – prevede un quarto d’ora di corsa come riscaldamento, poi degli esercizi a corpo libero che ci avvicinano all’allenamento vero. Quest’ultimo cambia ogni volta: o prepugilistica o pesistica. Si tratta di una pesistica leggera perché io non voglio diventare enorme e lui ha capito perfettamente le mie esigenze. Insomma, è un programma perfetto per me e i miglioramenti io li vedo, sono costanti”.

alimentazione

—  

Ogni allenamento che si rispetti deve essere accompagnato da un regime alimentare corretto. Ma ogni fisico sta a sé e ognuno deve trovare la sua dieta ideale, dove dieta non vuol dire restrizione. E una tabella nutrizionale dipende dalla propria fisicità, dai propri obiettivi e dalle proprie esigenze. “Io seguo un regime alimentare sano più che una dieta – afferma lui -. Sono un soggetto magro quindi non devo ricorrere a privazioni. Quando mi alleno mangio carboidrati che però evito nei giorni di stop”.

davanti allo specchio

—  

Sport e salute formano un connubio indissolubile per cui vale il principio di reciprocità: dall’uno dipende l’altra. “Mi alleno per stare bene, Mens sana in corpore sano. Nello sforzo fisico ho trovato l’occasione di sfidare me stesso. Voglio far sempre meglio nello sport e nella vita. Quando faccio una cosa la devo fare alla perfezione. Lo faccio anche nel lavoro. E infatti ho ‘rischiato’ anche lì. Sono passato dal fare musica per passione al farla per professione. Una bella sfida. Ma non c’è cosa più bella che sorprendersi da soli. Quando ci si allena da soli a casa, c’è solo una persona che ti invita a non mollare davanti allo specchio. E quel trainer sei tu. E questo vale nello sport come nella musica”.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *