Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Farsi i motori in casa

Parla Marko, l’ex pilota, consulente dei team di Mateschitz: “Però bisogna che la Fia congeli i motori a inizio stagione, non possiamo affrontare lo sviluppo”

La prima opzione della Red Bull sarà farsi il motore in casa: è quello che lascia immaginare Helmut Marko, consulente dei team di Dieter Mateschitz, in una intervista rilasciata al canale tedesco Sport1: “Saremmo favorevoli, a condizione che i colloqui con Honda siano positivi, che ci assumessimo i diritti di proprietà intellettuale e tutto ciò che è necessario, per poi preparare noi stessi i motori a Milton Keynes. Ma questo è possibile solo a condizione che i motori siano congelati dalla prima gara del 2022 alla fine. Non possiamo sostenere un ulteriore sviluppo, sia dal punto di vista tecnica sia finanziario. Questo è un prerequisito”.

Necessità di adattarsi

—  

La scelta di farsi il motore in casa nasce da una constatazione: “Tutti i produttori di motori hanno il proprio team e questo significa che sviluppano il motore attorno al proprio telaio”, ha detto. “Otterremmo così un motore a cui dovremmo adattare il nostro telaio. Ecco perché la soluzione Honda è la nostra preferita”.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *