Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Farmaci, Aifa: “Nel 2021 spesi in media 396 euro per persona” | “Aumenta il consumo degli antidepressivi”

Spesa nazionale 32,2 mld, + 3,5% rispetto al 2020 –

Il rapporto mette quindi in evidenza che “la spesa farmaceutica nazionale totale (pubblica e privata) nel 2021 è stata pari a 32,2 miliardi di euro, in aumento del 3,5% rispetto al 2020. La spesa pubblica, con un valore di 22,3 miliardi, ha rappresentato il 69,2% della spesa farmaceutica complessiva e il 17,4% della spesa sanitaria pubblica, ed è in aumento rispetto al 2020 (+2,6%)”. 

Aumenta consumo di antidepressivi –

“Nel 2021 il consumo giornaliero degli antidepressivi è stato pari a 44,6 DDD (dose media di un farmaco assunta giornalmente da un paziente adulto) ogni 1.000 abitanti, in aumento del 2,4% rispetto all’anno precedente e con una variazione media annua del 1,9% dal 2014. Il costo medio per DDD nel 2021 è stato di 0,42 euro, rimasto stabile dal 2016 dopo la scadenza brevettuale di importanti principi attivi, quali escitalopram (2014), duloxetina (2015). Nel 2021 il consumo degli antidepressivi rappresenta il 3,4% del consumo totale di farmaci in Italia, con un aumento del 2,4% rispetto al 2020. Analogamente la spesa pro capite evidenzia un incremento del 2,6% attestandosi nel 2021 a 6,87 euro pro capite”. 

Psichiatra: “Un terzo degli italiani è depresso” –

Antonio Picano, psichiatra dell’Ospedale San Camillo di Roma, ha commentato così i dati dell’Aifa sull’aumento del consumo di antidepressivi in Italia. “Oggi il 30% degli italiani è depresso. Nel mondo occidentale le persone che manifestano sintomi di depressione sono quasi raddoppiate, in seguito a pandemia guerra e inflazione. Gli antidepressivi sono dei farmaci che diminuiscono la percezione del dolore. L’aumento dell’utilizzo di farmaci di questo tipo è un indice molto fedele del malessere di una popolazione”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *