Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Fare sport per una vera ripresa”


di Paola Pieragostini Inaugurato ieri a Monte Giberto, alla presenza delle massime autorità politiche tra cui il sottosegretario allo sport e pluricampionessa olimpica di scherma, Valentina Vezzali, il nuovo campo sportivo polivalente (calcio a 5, pallavolo e tennis) recuperato con il contributo del “Fondo sport e periferie”, inerente il progetto Sport e Salute. L’intervento ha riguardato il rifacimento del manto, la gradinata spettatori, l’illuminazione e gli spogliatoi,…

di Paola Pieragostini

Inaugurato ieri a Monte Giberto, alla presenza delle massime autorità politiche tra cui il sottosegretario allo sport e pluricampionessa olimpica di scherma, Valentina Vezzali, il nuovo campo sportivo polivalente (calcio a 5, pallavolo e tennis) recuperato con il contributo del “Fondo sport e periferie”, inerente il progetto Sport e Salute. L’intervento ha riguardato il rifacimento del manto, la gradinata spettatori, l’illuminazione e gli spogliatoi, per un investimento pari a 96mila euro di cui 93mila erogati dal fondo Sport e periferie e 3mila da casse comunali. “Oggi è una giornata di festa per lo sport – ha esordito il sottosegretario Vezzali, accolta dal sindaco di Monte Giberto Giovanni Palmucci, unitamente alle numerose autorità politiche e militari presenti –. Veniamo da una grande crisi epidemica, abbiamo bisogno più che mai di tornare a fare sport e questo lo si legge, prima di tutto, negli occhi dei bambini. Dalle Marche, che rappresentano il centro Italia, e da Monte Giberto vogliamo lanciare un messaggio di speranza per la ripresa e rinnovata cultura dello sport, che non può escludere l’impiantistica sportiva. L’etica su cui si basa il fondo è, infatti, quella di riconoscere spazi volti a creare opportunità per i territori, luoghi dove si imparano e crescono i valori della vita. Per questo – ha concluso – è importante investire sull’impiantistica sportiva che, attraverso il Fondo sport e periferie, ad oggi ha portato a realizzare 520 interventi di recupero per un investimento pari a 372milioni di euro. Puntare sulla riqualificazione e rigenerazione di spazi attraverso l’impiantistica, garantirà un futuro migliore all’Italia”. “Abbiamo la responsabilità di dare risposte alle generazioni future creando condizioni in cui vivere i territori – ha fatto eco il presidente della Regione, Acquaroli – a partire da spazi custodi di valori fondanti della vita, quali la condivisione, aggregazione e libertà, come strumento di formazione e crescita che allontanino i giovani da stili di vita pericolosi”. Sentiti i ringraziamenti di Palmucci, che ha aperto la cerimonia. Tra le autorità intervenute, il prefetto Vincenza Filippi, il questore Rosa Romano, l’on. Mauro Lucentini, la presidente della Provincia, Moira Canigola, il presidente del Coni regionale, Fabio Luna, e il tenente colonnello della compagnia dei carabinieri di Fermo, Nicola Gismondi.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *