Viva Italia

Informazione libera e indipendente

F1, per il Gp di Imola è tutto pronto: Leclerc dietro Verstappen e il tifo scalda i motori

(Foto AP/Luca Bruno)
(Foto AP/Luca Bruno)

Il vero Gran Premio si corre oggi, ma già ieri l’Autodromo di Imola ha offerto ore di spettacolo e di pura adrenalina per i 40mila appassionati in estasi per la Sprint Race: numeri da record in attesa dell’assalto finale. Anteprima eccezionale dunque col mini Gp da 21 giri, vinto da Verstappen con Leclerc a ruota, che oltre ad assegnare punti veri ha composto la griglia di partenza definitiva. Week end all’insegna del ‘rosso’, quello Ferrari ma anche della scuderia del campione del mondo, la Red Bull. La sfida di oggi è tutta lì. Con le seconde guide, Perez e Sainz in seconda fila per il gioco di squadra. Lo spagnolo intanto è passato secondo nella graduatoria generale, mentre nella classifica costruttori la casa di Maranello rimane salda in testa.


Imola torna centro del mondo

Premesse di una vigilia esaltante e asciutta dopo tanta pioggia. Oggi conteranno le strategie, con un occhio al cielo per probabili piovaschi. Estasiati dal pubblico, da quella ‘macchia rossa’ e dai suoi boati, non solo i piloti del Cavallino, ma anche i loro colleghi: la forza della passione, benzina pura da sempre per la nostra Motor Valley. Il cuore più dei soldi. Ma poi si contano anche quelli e allora sì che i sorrisi si allungano perché in queste ore Imola è tornata ad essere il centro del mondo motoristico, presa d’assalto dagli appassionati.Se in centro è festa, fuori il traffico ha semi paralizzato il comprensorio. Prima in entrata per raggiungere l’Enzo e Dino Ferrari (tanti camper e roulotte all’interno), poi in uscita. Oggi, con i 90 mila previsti, tutte le vie di comunicazione saranno di nuovo messe a dura prova, sia prima che dopo. Proprio come ai tempi di Schumacher, sua l’ultima vittoria di una ‘rossa’ nel 2006. Traffico significa disagio e confusione, ma è anche un segno del successo: un po’ come avveniva ai tempi del Motor Show a Bologna. Solo le Frecce Tricolori riusciranno a evitarlo. Per i grandi eventi mitigare l’impatto è possibile, basta crederci e lavorarci.

I turisti «come a Pasqua»

Soprattutto a Imola, dove ci sono competenze e capacità. Proprio ieri infatti il Circuito sulle rive del Santerno ha ottenuto la certificazione FIA 3 STARS dalla Federazione Internazionale per il terzo livello ambientale, il più alto livello ottenibile. «È un grande orgoglio per tutti noi, solo altri tre circuiti posseggono questa certificazione», dice il sindaco Marco Panieri. Tanti interventi strutturali, frutto di un duro lavoro, cui seguirà alla fine del 2022, sempre per compensare l’impatto ambientale, un intervento di forestazione in un’ansa del fiume Santerno attraversata dalla Ciclovia del Santerno. L’aspetto agonistico oggi avrà il sopravvento, con le Ferrari così competitive e con la Red Bull alla pari, ma è indubbio che gli amministratori locali guardano anche ad altri risultati, quelli economici dell’indotto. Con questi numeri si sa, l’ospitalità viaggia lungo una buona metà di via Emilia, da Bologna a Rimini e la sua Riviera. La ‘consolare’ non è solo murata di auto, ma anche di alberghi, hotel, ristoranti e trattorie. Le strutture del centro storico di Bologna sono sold out. «È così in questo week end, come del resto è stato per Pasqua», dice il presidente dei Federalberghi Celso De Scrilli, «siamo contenti, aspettavamo giornate del genere da due anni, è una vera boccata d’ossigeno. Anche fuori dalle mura però ci sono state tantissime prenotazioni e la cosa arriva fino in Riviera: di Gp così ce ne vorrebbero dieci all’anno».

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

24 aprile 2022 (modifica il 24 aprile 2022 | 08:44)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: corrieredibologna.corriere.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *