Viva Italia

Informazione libera e indipendente

F1 | Horner: “No clausole di uscita relativa al motore per Verstappen”. Ma nel 2022?


Christian Horner risponde ai tanti rumors che hanno caratterizzato queste giornate negando l’esistenza di una clausola di uscita, relativa all’addio di Honda, nel contratto di Verstappen. Al tempo stesso però, il team principal Red Bull non esclude che nel 2022 Verstappen possa cambiare aria.

Horner Verstappen Red Bull
Red Bull Racing Team Principal Christian Horner – Foto: Red Bull Content Pool

Ne parlavamo giusto qualche giorno fa: secondo le nostre informazioni, basate non su sfacciate ipotesi, bensì su dichiarazioni di Helmut Marko rilasciate questo gennaio, Verstappen sarebbe stato libero di fare armi e bagagli e lasciare Red Bull con la partenza di Honda. Ci sarebbe dovuta essere, infatti, una clausola di uscita connessa proprio alla permanenza del motorista nipponico nel team. Horner Verstappen Red Bull

“Non ci sono clausole di uscita relative al motore”

Tuttavia Horner è intervenuto prontamente in un’intervista rilasciata a ServusTV. Secondo quanto dichiarato dal team principal Red Bull, non esiste alcuna clausola di uscita relativa ad Honda: il rischio che l’olandese possa partire nel 2021 è dunque basso, a fronte anche della promessa del motorista nipponico di anticipare il progetto del motore 2022 al 2021.

Non ci sono clausole di uscita relative al motore nel contratto di Max – nega Horner – “lui si sente bene nel team. E’ stato un grande sostenitore del progetto Honda. Ora sa che Honda anticiperà il motore del 2022 al 2021, il che è davvero molto incoraggiante. Quindi l’anno prossimo faremo un passo avanti. E max è emozionato per questo.

Quella perplessità sul 2022…

Horner ha concluso la sua intervista con una frase che ha aperto le porte a svariate interpretazioni: “In ogni caso, il 2022 è un anno ancora molto lontano per lui”. Non sarebbe una forzatura pensare che il team principal abbia lasciato intendere che il 2022 potrebbe essere un anno di cambiamenti per Verstappen: la rivoluzione tecnica e l’arrivo del nuovo fornitore di motori, che con tutta probabilità sarà Renault, potrebbe spingere l’olandese a cambiare aria al fine di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Il suo contratto si estende fino al 2023, ma la Formula 1 ci insegna che in questo sport i contratti, per tanti versi, sono carta straccia: basti pensare alla partenza obbligata di Perez, che con il pagamento di una penale non così tanto onerosa è stato appiedato per accogliere Vettel nella futura Aston Martin. Horner Verstappen Red Bull


Seguici anche su Instagram

F1 | Il Circus approda a Rio de Janeiro? L’ultimo accordo di Chase Carey

Fonte: f1ingenerale.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *