Viva Italia

Informazione libera e indipendente

F1, Gp Abu Dhabi: le qualifiche viste dalla pista

Sono il passato e il presente. In Red Bull uno ha preso il testimone dell’altro tra vittorie, Mondiali e record. Ad Abu Dhabi si spartiranno equamente l’ultimo palcoscenico dell’anno. Max Verstappen perché per la settima volta in questa stagione, la ventesima in carriera, partirà in pole davanti a tutti. Agli avversari, compagno compreso, ha dimostrato più di una volta di non voler lasciare nemmeno le briciole.

 

Sebastian Vettel perché si è sentito sicuramente ispirato nell’ultima qualifica della sua carriera e ha tirato fuori il meglio di sé portando la sua Aston Martin per la quinta volta quest’anno in Q3. Partirà in quinta fila, nono, con di fianco Alonso, uno dei suoi più grandi avversari, che in testa per questa gara porta i suoi stessi colori. Omaggio di un campione a un altro campione.

Ad Abu Dhabi le sfide sportive per un attimo lasceranno anche spazio a emozioni e nostalgia che già si fa sentire. Ma c’è chi ha ancora qualcosa di importante da conquistare. Aiutato o non abbastanza da Verstappen con la scia, Perez si è preso per quaranta millesimi su Leclerc la prima fila. Importante qui per provare a rimanere davanti al monegasco in partenza ma soprattutto in gara e in classifica.

La Ferrari ha massimizzato pacchetto e risultato blindando tutta la seconda fila con Leclerc davanti a Sainz. Il lavoro mirato fatto sul passo durante le terze libere fa ben sperare: provare a battere le Red Bull potrebbe essere difficile, ma l’obiettivo dichiarato è arrivare davanti alle Mercedes che sono parse fuori forma rispetto alle ultime gare. Ultimi obiettivi e ultimi chilometri. È tutta questione anche di cuore.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *