Viva Italia

Informazione libera e indipendente

F1, congelato lo sviluppo dei motori dal 2022 al 2025. Sprint Race di sabato, c’è l’ok di massima

LONDRA – Congelamento delle ‘power unit’ dal 2022 e un’apertura alla Sprint Race del sabato: un “ni” più che un “sì” in questo secondo caso. È quanto emerso dalla F1 Commission nell’incontro che si è svolto a Londra e dove all’unanimità è stato approvato l”engine freeze’, ovvero il blocco dello sviluppo dei motori, che entrerà in vigore dal 2022.

Ha vinto la Red Bull

La decisione nascerebbe dalla ferma volontà della Red Bull, che non avrebbe più garantito la propria permanenza in Formula 1 se la regola non fosse passata. La posizione del team anglo-austriaco sarebbe quindi strettamente legata all’addio al Circus del fornitore Honda al termine del Mondiale 2021: a Milton Keynes avrebbero già raggiunto un accordo con la casa giapponese per gestire in proprio i propulsori.

Formula 1: Hamilton e Mercedes, l’amore a tempo determinato

Anticipate al 2025 le nuove regole sulle motorizzazioni

L’operazione ‘congelamento’ è volta anche ad anticipare al 2025 le nuove regole sulle motorizzazioni, inizialmente fissate per il 2026. La FIA ha descritto la decisione “uno sviluppo significativo per lo sport che riflette l’unità e lo spirito di collaborazione tra FIA, Formula 1 e le squadre”. È stato istituito un gruppo di lavoro per stilare le nuove normative insieme agli attuali motoristi, ai fornitori di carburante e ai potenziali nuovi costruttori interessati ad un ingresso nel prossimo futuro. Sono stati fissati 5 obiettivi fondamentali: la tecnologia deve essere sostenibile e includere una fonte di carburante completamente green, ridurre i costi, essere attraente per i nuovi costruttori e rispecchiare un design “potente ed emotivo”.

Sprint Race al sabato, c’è l’ok di massima

Stesso discorso per l’introduzione della Sprint Race al sabato, gara di 100 km che verrebbe introdotta al posto delle prove per decidere la pole position: un ok di massima c’è stato per testare il format nei GP di Canada, Monza e Brasile, ma anche in questo caso sarà necessario discutere ulteriori dettagli sul format (vedi motori e gomme).

repubblica.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *