Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Explorer plug-in, ed è subito viaggio

Fasano (Brindisi) Il navigatore indica la svolta a destra sulla Strada Statale dei Trulli, anche se al volante del nuovo Ford Explorer Plug-in Hybrid ci si sente più nel Montana, sulla Beartooth Highway, che in Puglia. Che sia ranch o masseria, il big suv americano per eccellenza, venduto in oltre otto milioni di esemplari in trent’anni di carriera, si trova perfettamente a suo agio, tanto più adesso che ha preso il passaporto europeo con la versione ibrida, unica ad arrivare nel Vecchio Continente.

Explorer plug-in, ed è subito viaggio

Certo, bisogna abituarsi alle dimensioni, che per il pubblico americano sono assolutamente trascurabili, cinque metri e sei di lunghezza e due metri e ventotto di larghezza, ma una volta a bordo passano in secondo piano, grazie alla tecnologia e connettività più evoluta e ad un portfolio di sistemi di assistenza alla guida che facilitano ogni tipo di manovra.

Explorer plug-in, ed è subito viaggio

Il Ford Explorer è un invito a mettersi in viaggio, e non perché ci ricorda le più avvincenti serie poliziesche o sequenze indimenticabili di American Beauty e Jurassik Park, ma perché si plasma ad ogni necessità, che sia la vacanza più ingombrante ma nel massimo comfort- sette posti, capacità di traino di 2500 kg, sistema audio B&O con 14 diffusori, schermo touchscreen da 10.1 pollici – o lo spostamento più frenetico. E qui non è secondo a nessuno, anzi, con 457 cavalli complessivi e 825 nm di coppia è il veicolo ibrido più potente della gamma dell’Ovale Blu, con prestazioni da supercar.

Explorer plug-in, ed è subito viaggio

Il motore termico è il benzina EcoBoost V6 3.0 ed è abbinato a un sistema elettrico con generatore e batteria agli ioni di litio da 13,6 kWh che può essere ricaricata sia in movimento, attraverso la frenata rigenerativa, sia collegando il cavo in dotazione a una colonnina. Equipaggiato con il Ford Intelligent All-Wheel Drive con cambio automatico a 10 rapporti e il Terrain Management System con sette modalità di guida.

Explorer plug-in, ed è subito viaggio

Il drive select, con programmi di guida per i fondi sterrati, innevati o sabbiosi (oltre ad eco, sport, e normale), è però un invito a lasciare la strada asfaltata per addentrarci lungo lo sterrato tortuoso fra gli ulivi secolari, che rendono unico il Salento. Qui l’Explorer ibrido sorprende per la precisione dello sterzo, un’immediatezza nell’inserimento in curva che non ci si aspetta da un suv di tale mole, l’ottima ripartizione di carico, e nel complesso la fluidità di guida.

Explorer plug-in, ed è subito viaggio

All’occorrenza il motore elettrico consente all’Explorer Plug-In Hybrid di muoversi a «emissioni zero» per una quarantina di chilometri. Quattro le modalità di funzionamento del sistema: EV Auto, EV Now, EV Later e EV Charge. Quando il livello di carica scende al minimo, la vettura si setta automaticamente nella modalità EV Auto, combinando la potenza del motore a benzina con quella del motore elettrico, usando l’energia recuperata e ottimizzando così i consumi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 ottobre 2020 (modifica il 12 ottobre 2020 | 18:59)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: motori.corriere.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *