Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Eurolega, Virtus Bologna-Valencia 89-59: gli highlights

La Virtus Bologna non vuole essere una comparsa in Eurolega: il messaggio dalla sfida del PalaDozza contro Valencia arriva forte e chiaro. Teodosic e compagni, finora imbattuti in Italia, trovano per la prima volta in stagione due vittorie consecutive in Europa. A una settimana dal prestigioso successo nel derby contro l’Olimpia Milano, gli spagnoli, privi di Dubljevic, vengono travolti senza troppe storie e fatica. La squadra di Scariolo così ha ora un record in perfetto equilibrio (quattro vittorie e altrettante sconfitte) ed è a pari punti proprio con il Valencia, a un passo dalla zona playoff.

La cronaca del match

Aggressiva in difesa, come spesso le è accaduto finora, ma anche precisa e chirurgica in attacco. L’approccio alla partita della Virtus è ottimo, con un tiro dall’arco finalmente fattore aggiunto dopo gli stenti dei primi incontri (14/28 e 50% alla fine). I titolari Lundberg, Mickey e Ojeleye scavano subito un solco e i subentranti si dimostrano alla loro altezza, con Cordinier scatenato e Teodosic che si accontenta di distruibuire cioccolatini a destra e manca. Dopo il primo quarto (24-8), Bologna mantiene il vantaggio anche nel secondo parziale, trovando sempre tiri puliti e piedi a terra (23 assist totali) e soffocando le potenziali minacce avversarie. Harper si intestradisce in molte forzature, mentre il solo Jones sembra in grado di portare punti alla causa spagnola.

L’unico rivale pericoloso per Scariolo è il cronometro del PalaDozza. Gli arbitri sono  costretti a interrompere il gioco sia nel periodo iniziale che a slittare la ripresa del match all’intervallo per problemi tecnici. Il tempo poi riparte e riparte anche la Virtus da dove aveva lasciato: Mickey e Ojeleye colpiscono ancora, persino Pajola oltre al solito lavoro difensivo infila un paio di triple e nell’ultimo quarto c’è spazio e gloria anche per Nico Mannion, nei 12 al posto di Shengelia dopo alcune partite viste dalla tribuna. Il distacco scavalca presto la soglia dei 20 punti e si ampia sempre di più: finisce 89-59, il perfetto coronamento della versione europea migliore di Bologna finora. In alcuni dei match persi, come contro lo Zalgiris e l’Asvel, la squadra si era sciolta alla distanza dopo un buon inizio. Stavolta non solo ha regaito alle difficoltà, ma le ha totalmente evitate.

Tabellino

VIRTUS BOLOGNA: Mickey 16, Cordinier 15, Lundberg, Ojeleye 14

VALENCIA: Jones 10

Le parole di Scariolo

Soddisfatto coach Sergio Scariolo a fine incontro: “Abbiamo eseguito il piano partita dal primo all’ultimo minuto. Siamo stati bravi a mantenere sempre la stessa intrnsità e ci siamo passati la palla molto bene”. Bologna tornerà in campo in Eurolega la prossima settimana con il doppio turno contro il Panathinaikos (ad Atene) e in casa contro i campioni in carica dell’Anadolu Efes. Domani invece tocca all’Olimpia Milano, impegnata a Kaunas contro lo Zalgiris.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *