Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Eurolega, Olimpia Milano-Efes Istanbul 51-80: gli highlights

L’Olimpia Milano crolla 51-80 contro l’Efes Istanbul campione d’Europa in carica nel 9° turno di Eurolega. Per la squadra di Ettore Messina (2-7 il record stagionale), che si è presentata in campo priva di Shields, Datome, Baron e Tonut ma che ha visto l’esordio del francese Tim Luwawu-Cabarrot, si tratta della quinta sconfitta di fila, che ha portato come conseguenza i fischi del Forum di fine partita. Non c’è tempo per riposare nè per leccarsi le ferite: l’EA7 torna in campo tra meno di 48 ore per affrontare un’altra corazzata europea come il Fenerbahce: diretta alle 20.30 su Sky Sport Uno e in streaming su NOW. 

La cronaca della partita

Messina lancia Cabarrot in quintetto. Il francese, dopo una palla persa, trova il suo primo canestro milanese. L’EA7 parte forte in difesa e con due triple vola 8-3 a metà primo periodo. L’Efes però reagisce immediatamente, trascinato dai soliti Micic e Clyburne, per il 18 pari con cui si va al primo mini intervallo. L’Olimpia parte a razzo nel secondo periodo, con Mitrou-Long che scrive il massimo vantaggio sul +8 (28-20 al 15′). La squadra di Ataman non ci sta, piazza un contro parziale di 8-0 e ricuce lo strappo, arrivando alla sirena del 20′ sul 34-34. Milano non segna più, Clyburn si mette in proprio a inizio ripresa e guida i suoi a un 13-0 che indirizza il match sul binario di Istanbul (34-47 al 25′). L’Olimpia fatica tremendamente in attacco e chiude un terzo quarto da incubo con soli 7 punti segnati e con 14 lunghezze da recuperare (41-55 al 30‘). L’Efes vola addirittura a +30 nell’ultimo periodo trascinata dall’ex M’Baye, che certifica la crisi dei padroni di casa, in un Forum desolatamente in silenzio. Segnano tutti tra i campioni d’Europa, che passeggiano ad Assago 51-80. 

Milano: Mitrou-Long 10 punti, Melli 9

Efes: Clyburn 24, Pleiss 13, Micic 12

Messina: “Mancato di rispetto a tutti, è stato imbarazzante”

“Non abbiamo giocato con il cuore, abbiamo mancato di rispetto a noi stessi e ai nostri tifosi – ha detto Messina a fine partita – Questo è semplicemente imbarazzante“.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *