Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Elezioni Terni, M5s scalda i motori: «Progressisti e credibili». Il Psi mette in campo le idee

«Progressisti e credibili». Queste le parole d’ordine del M5s in vista delle prossime elezioni amministrative di Terni. Il gruppo, oggi rappresentato a Palazzo Spada da cinque consiglieri comunali, nel corso della legislatura Latini, fra i 31 cambi di casacca registrati, ha perso due rappresentanti approdati nei banchi della maggioranza di centrodestra. Verso l’appuntamento alle urne, tuttavia, il Movimento rifiuta di ragionare sulla base di «improbabili somme di percentuali elettorali tenute insieme dalla minaccia delle destre» e una forza, con la quale da tempo mostra avere feeling, alla quale apre ufficialmente per ora alle alleanze è Rifondazione comunista anche se ritiene che il perimetro possa estendersi. Si rivolge invece a tutte le forze politiche cittadine alternative al centrodestra, il Psi, che lunedì sarà promotore di un’iniziativa in Provincia.

La posizione del M5s In una nota, i Pentastellati, contestando l’amministrazione uscente, attaccano pure quella precedente di centrosinistra a trazione Pd: «Siamo pronti a metterci al servizio di un progetto costituente in grado di sconfiggere una classe politica che in soli 5 anni è riuscita a portare a compimento i peggiori progetti del passato per la gioia degli stessi gruppi di potere che ieri determinavano le scelte di altre classi politiche. Negazionismo ambientale funzionale all’impunità, svendita dei beni comuni, smantellamento della sanità pubblica a favore dei privati, attacco senza precedenti ai diritti sociali e civili, marginalizzazione dell’Umbria meridionale a vantaggio di altri territori. Queste sono le sabbie mobili su cui stiamo sprofondando. Il senso di giustizia sociale e di solidarietà è stato per decenni il motore di una comunità uscita dalle macerie della guerra con le ossa rotte, ma con la schiena dritta. Purtroppo è stato fatto di tutto per mortificare chi si riconosce in questi valori. Eppure, nonostante questo, a Terni nell’area progressista c’è ancora vita».

Pentastellati critici I ternani di ieri, nonostante ferite e sofferenze, non avrebbero mai dato credito a chi costruisce la sua carriera politica mettendo al centro l’odio sociale verso gli ultimi, un becero razzismo e una gestione elitaria del potere. Terni è davvero diventata questo? O piuttosto il disincanto di molti ha consentito a una minoranza di prendere il potere? I numeri, a nostro avviso, pendono verso quest’ultima ipotesi. In questi giorni come MoVimento 5 Stelle – proseguono – abbiamo ascoltato tanti appelli di varie forze politiche verso la creazione di un fronte compatto per contrapporsi alle destre. Appelli di varie realtà progressiste, non ultima ieri la pubblicazione di un importante documento da parte di Rifondazione Comunista. Soggetti che con le idee e la testimonianza diretta stanno puntellando un perimetro che può dare vita a una coalizione in grado di incarnare il valore della credibilità. Crediamo nella volontà di ridare un motivo valido a tante persone di tornare a fidarsi della politica puntando sulla credibilità della cornice, la concretezza dei programmi e sul valore di un candidato sindaco che sia rappresentativo di una proposta politica, senza nascondersi dietro al civismo di facciata. Senza nulla togliere al valore e alla dignità di altre forze politiche -concludono dal M5s – riteniamo che debba ancora chiarirsi le idee chi ancora lancia appelli generici a partiti e movimenti che hanno proposte programmatiche antitetiche su punti cruciali, perché mai come oggi c’è bisogno di chiarezza in ciò che si propone alla città. Chiediamo un approccio radicalmente diverso che passi per l’affrancamento della nostra comunità da quel complesso di inferiorità inculcato nella mentalità dei cittadini a colpi di mediocrità, che superi la subcultura di una città trattata come l’area di servizio del polo industriale. Dove cultura, radici e salute non vengano annichiliti da quei ‘ternivori’ che negli ultimi 30 anni hanno mortificato questa comunità».

Socialisti E intanto ecco che si fa avanti il Psi che oggi non ha rappresentanti a Palazzo Spada. Lunedì alle ore 16.30 presso la sala del Consiglio Provinciale di Terni a Palazzo Bazzani il Psi ha organizzato l’incontro pubblico ‘Idee per Terni’. Insieme al prof Luca Ferrucci, ordinario di Economia dell’Università di Perugia, ad Attilio Romanelli, segretario generale Spi Cgil Terni, ed l’avvocato. Andrea Cavicchioli, già Ppresidente della Provincia di Terni e deputato della Repubblica nonché consigliere comunale ai tempi dell’amministrazione Di Girolamo, il partito illustrerà idee e proposte per la città. «La cultura socialista – dichiarano i segretari, provinciale e regionale, Federico Novelli e Giuseppe Chianella – per oltre un secolo, ha contribuito allo sviluppo e alla crescita della città, all’emancipazione dei ceti operai, alla riduzione delle disuguaglianze, alla riqualificazione del sistema sanitario. Terni vive un declino profondo, che rischia di diventare strutturale: la crisi della grande industria, quella di una parte di quella rete di medie imprese, del commercio, dei servizi, della produzione; lo stato in cui versano i servizi sanitari della città, l’inasprimento delle disuguaglianze, il degrado cittadino, quello ambientale. L’amministrazione comunale in carica non ha saputo fronteggiare tale situazione e, alla prova dei fatti, le uniche trasformazioni cui la città ha assistito sono quelle dei 31 cambi di casacca a Palazzo Spada. Anche in questo difficile momento vogliamo dare il nostro contributo propositivo all’elaborazione di una proposta di ripresa e di rilancio ed alla costruzione di una coalizione larga che possa rappresentare una concreta alternativa all’attuale amministrazione comunale e offrire nuove opportunità a Terni. Riteniamo necessario chiamare a raccolta tutte le forze politiche cittadine alternative al centrodestra».

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *