Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Elezioni: Salvini, Pd-M5S sono nel panico. Caduta Draghi? Dietro c’è manina Conte

    “Io lavoro per unire, di là nel centrosinistra vedo che ci sono diverse frange divise. E se devo fare una scommessa, posso ipotizzare che dopo tutte le chiacchiere e gli insulti, Calenda si acquatterà con il Pd“. A dirlo è il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando a Milano delle manovre per le alleanze nel centrosinistra in vista delle elezioni del 25 settembre.  Calenda “è un valido alleato di Di Maio, Speranza e degli ex grillini, alla faccia di tutti e tutto che la poltrona vale più di tanto altro”, aggiunge.

‘Centrodestra in vantaggio’ – “Il Centrodestra è in vantaggio e PD e 5Stelle sono nel panico. L’Italia torna a sperare. Il 25 settembre dipende tutto da voi” scrive invece su Twitter sempre il leader della Lega citando un sondaggio.

Moratti – “Va discusso con gli interlocutori, non voglio sparare ministri a caso. Sicuramente proporrò al centrodestra che prima del voto i nomi di alcuni ministri vengano messi sul tavolo” dichiara Salvini, a margine del sopralluogo alla Stazione centrale di Milano, rispondendo ai cronisti che gli chiedono se Letizia Moratti, attuale vicepresidente della Regione Lombardia, potrà essere un nome spendibile come ministro per le prossime elezioni. “Per me gli italiani dovranno votare sapendo, se vince la Lega con il centrodestra, chi fa il ministro dell’Economia, degli Esteri, delle Infrastrutture. Quindi, alcuni ministeri importanti dovranno essere messi sul tavolo degli italiani prima del voto. Però non fatemi coinvolgere Letizia Moratti perché non vorrei che qualcuno dicesse che offro una cosa in cambio dell’altra. Non lancio ministri a caso” conclude.

Sicurezza – “L’impegno che ci possiamo prendere, se gli italiani ci danno fiducia, è che nel 2023 si possono assumere, formare e mettere in strada 10 mila donne e uomini delle forze dell’ordine in un solo anno”, prosegue Salvini a proposito del tema della sicurezza nelle città. “È uno sforzo economico, però è un impegno che siamo in grado di prendere e di mantenere. Diecimila donne e uomini in più in divisa in tutta Italia sicuramente garantiscono più sicurezza. Poi proponiamo anche un piano straordinario di telesorveglianza, a partire dalle stazioni”. Sulla sicurezza “portiamo proposte concrete: 1 miliardo di euro sulle forze dell’ordine penso che in un bilancio dello Stato sia possibile da trovare”.

Migranti – “Siamo al record di sbarchi di immigrati clandestini rispetto a tutti gli ultimi anni. Non c’entrano i russi, cinesi, turchi, c’entra un nord Africa abbandonato a se stesso e una politica italiana a guida Pd e Lamorgese assolutamente assente, se non complice” dichiara commentando gli sbarchi di immigrati sulle coste italiane. “Oggi dal punto di vista dei confini colabrodo, l’Italia non è un modello in Europa, anzi ci additano come fallimento. L’Europa oggi dell’Italia non si fida perché chi sbarca qui gira ovunque, quindi controllare i confini italiani significa fare un buon servizio all’Europa. Solo stanotte, solo a Lampedusa, ci sono stati più di 600 arrivi, i numeri dicono che siamo tornati indietro di 10 anni e siccome sarà un autunno difficile, con sei milioni di italiani poveri, aggiungere altra povertà non è cosa intelligente”. Salvini annuncia che giovedì sarà a Lampedusa per incontrare il sindaco e il vicesindaco. “A Draghi per un anno e mezzo ho detto di chiedere al ministro Lamorgese efficacia, prevenzione, presenza, ma ho perso qualsiasi fiducia nel suo operato. Fra due mesi fortunatamente Lamorgese farà altro nella vita, quindi ci sarà qualcuno di più presente”. “Portiamo pazienza per questi due mesi, i nostri sindaci stanno facendo il possibile, ma diciamo che fra due mesi cambia la musica e torneremo a essere un paese serio”.

Lombardia – Il candidato del centrodestra per le elezioni regionali in Lombardia “per me si chiama Attilio Fontana. Ma siccome in queste settimane ho lavorato per un centrodestra unito, il centrodestra deve esprimere una candidatura unitaria in Lombardia e nelle altre regioni”, ribadisce il leader della Lega parlando delle elezioni regionali in Lombardia che si terranno nel 2023. “Non voglio imporre Attilio Fontana, ma squadra che vince non si cambia. L’importante è che il candidato sia uno e che non si divida il centrodestra. Si vota tra diversi mesi e quindi penso che se ne potrà parlare dal 26 settembre”. La vicepreside di Regione Lombardia, Letizia Moratti, ha proposto al centrodestra la sua candidatura e aspetta una risposta. “Il centrodestra ha detto che Attilio Fontana e la sua squadra stanno lavorando bene. Detto questo siccome si vota tra 8/9 mesi, dobbiamo prima dare all’Italia una guida seria. C’è una Giunta di Regione Lombardia pienamente operativa. Se la scelta verrà presa il 26 settembre, nessuno si lamenterà. A meno che qualcuno non abbia in testa altre scelte che prescindono dal centrodestra e che lo dividono”.

Russia – “Più che le smentite della massima autorità dei servizi segreti che deve dire che sono tutte balle, non ho altro da aggiungere. Dietro la caduta del governo c’è la manina di Conte”, afferma Salvini smentendo presunti contatti tra il suo consigliere Antonio Capuano e il funzionario dell’ambasciata russa a Roma, Oleg Kostyukov. “Non vado a Mosca da non so quanti anni e non so da quanti mesi non vado all’ambasciata. Continuo a lavorare con tutti, a partire dagli americani, per la pace. La guerra prima finisce meglio è”.

Ambulante ucciso nelle Marche – “È folle morire così, spero che la pena sia la massima possibile” dichiara poi Salvini commentando la vicenda di Civitanova Marche dove un ambulante nigeriano è stato ucciso in strada da un operaio 32enne. “Il problema è che ci sono episodi di violenza e criminalità in pieno giorno in tutta Italia. Non è possibile, ma succede perché manca la certezza della pena” aggiunge spiegando però che non andrà a Civitanova Marche: “Non vado perché, se vado, sbaglio e strumentalizzo. La mia preghiera e l’impegno perché il responsabile sia punito è totale”.

Autonomia – In vista delle elezioni politiche del 25 settembre il centrodestra “sta lavorando sul programma. Chiederò agli alleati, a Meloni e Berlusconi, impegni su alcuni temi che per la Lega sono determinanti, come l’autonomia” spiega il leader della Lega. “Se il centrodestra vince, il programma lo stanno mettendo giù Fontana e Zaia. L’autonomia deve essere firmata e sottoscritta come valore aggiunto da tutto il centrodestra. E spero che i temi della sicurezza siano patrimonio comune di tutta la coalizione”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *