Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Elettrico: aspettando l’Europa – Strade e Motori | Radio 24

A pochi giorni dall’accordo tra le varie componenti dell’Unione europea sul bando dei veicoli a combustione interna per il 2035, sta prendendo piede l’idea di fare una revisione al piano nel 2026, tenendo conto dell’impatto che le direttive avranno sul mercato. Come dimostra il recente calo nelle vendite delle vetture elettriche in Italia, la reazione del mercato obbliga l’industria automotive ad investire su due linee completamente diverse, mentre per arrivare alla neutralità tecnologica sarebbe importante sviluppare la ricerca su ogni fronte e su ogni tipo di energia alternativa – commenta Andrea Cardinali, direttore generale di Unrae, l’associazione delle case automobilistiche estere che operano in Italia.

Tra le ragioni che frenano la diffusione dell’elettrico in Italia, oltre ai costi elevati e alla carenza delle infrastrutture, c’è anche la cosiddetta ‘ansia da autonomia’, la paura di trovarsi con la batteria completamente scarica in un luogo dove non esistono colonnine nelle immediate vicinanze. Per questo motivo la nuova Cupra, soprattutto nella sua declinazione più potente, la e-Boost, è stata pensata per coniugare un elevato livello di prestazioni ad una maggiore autonomia della batteria – spiega Pierantonio Vianello, direttore di Cupra Italia.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *