Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Eima: Kohler presenta la nuova road map verso un futuro più sostenibile |

Kohler Engines annuncia la sua nuova strategia verso un futuro più sostenibile, rivelando il suo piano a lungo termine e i prossimi passi per trasformare il gruppo da produttore di energia a fornitore di energia. La presentazione di questa nuova strategia arriva in un momento importante per il settore dei motori, una fase di transizione in cui stanno emergendo cambiamenti radicali nelle tecnologie che avremo a nostra disposizione in futuro.

Con la spinta verso la progressiva decarbonizzazione e l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra, le nuove tecnologie si stanno dispiegando davanti a noi. Alcune di queste svolgeranno un ruolo sempre più importante nel futuro del settore dell’off-road e potrebbero persino sostituire la tecnologia del motore a combustione interna in alcune applicazioni.

Nonostante la negatività che circonda i combustibili fossili, sembra che negli ultimi mesi i motori a combustione interna abbiano iniziato a prendere il sopravvento grazie agli sforzi dedicati per trovare soluzioni sempre più innovative per migliorare l’efficienza energetica e quindi ridurre il loro impatto ambientale.

Il continuo impegno di Kohler per la decarbonizzazione non mette da parte la tecnologia Ice, ma la trasforma continuando a investire in motori a combustione interna in grado di fornire energia pulita e conveniente ai clienti per gli anni a venire. I cambiamenti tecnologici non avverranno contemporaneamente in tutti i segmenti di clientela e attualmente non esiste ancora una soluzione unica per tutte le esigenze. La scelta di una soluzione rispetto a un’altra dipenderà dalla macchina, nonché da fattori quali il ciclo di lavoro, l’ambiente operativo e l’ubicazione, nonché le normative e gli incentivi specifici del mercato.

Di fronte alla complessità di questo scenario, Kohler risponde con diverse soluzioni necessarie per soddisfare le esigenze di un’ampia gamma di macchine. Investire in nuove tecnologie con l’obiettivo finale della decarbonizzazione e raggiungere obiettivi di sostenibilità richiede lo sviluppo di tutti i tipi di motori.

I pilastri della strategia di Kohler svelati all’Eima

Nascono così i nuovi pilastri della strategia di Kohler, nuove strade da perseguire: combustibili alternativi, più economici e logisticamente gestibili; elettrificazione e ibridazione, per ridurre la cilindrata o raggiungere emissioni zero durante il funzionamento; e l’idrogeno come potenziale combustibile da fonte verde.

Sulla strada dell’energia pulita, un primo passo in avanti è già stato fatto con l’acquisizione di Curtis, leader nelle applicazioni per veicoli elettrici e ibridi. L’acquisizione espande e diversifica il portafoglio di prodotti di Kohler, sfruttando l’esperienza di Curtis nell’elettrificazione e consolidando l’impegno di Kohler per soluzioni ibride ed elettrificate.

La road map di Kohler verso l’elettrificazione ha il 2025 come primo obiettivo, la data in cui dovrebbe decollare. La visione dell’azienda è quella di sviluppare soluzioni di sistemi EV sostenibili e tecnicamente valide per aumentare le prestazioni dei motori a combustione interna affiancandovi soluzioni completamente elettriche, rendendo così Kohler il miglior partner per le opzioni drop-in nei mercati chiave. Mantenimento di standard elevati, quindi, soluzioni integrate di power unit che consentono il funzionamento più conveniente ed efficiente possibile, ma soprattutto modularità: un’ampia scelta di soluzioni – hybrid, mild hybrid, full electric – per soddisfare ogni esigenza Oem.

Ora Kohler presenta l’evoluzione della serie K-Hem, l’unità ibrida per la soluzione combinata di potenza elettrica e meccanica. La gamma passerà dalla versione booster-hybrid, la prima soluzione alternativa ibrida progettata da Kohler che risolve il problema del post-trattamento oneroso per i cicli intermittenti, alla versione ibrida versatile, che consente il funzionamento solo elettrico. La cosiddetta nuova opzione P2 raggiunge il mantra delle emissioni zero attraverso il funzionamento completamente elettrico, mantenendo il motore diesel pronto a intervenire per aggiungere potenza meccanica quando necessario o per ricaricare la batteria.

La nuova opzione ibrida sarà presente nella nuova applicazione di Cela, il DT40, una piattaforma aerea “spider” con binario elettrico. Il DT40 è già predisposto per essere una macchina elettrica, in quanto se la batteria è completamente carica, la scansione può essere eseguita in elettrico. I movimenti del braccio possono essere effettuati anche in elettrico, in quanto la pompa idraulica è montata sulla macchina elettrica e quest’ultima può funzionare sia da generatore che da motore.

Combustibili alternativi

La tecnologia attuale è in continua evoluzione e la necessità di concentrarsi sui combustibili alternativi è sempre più evidente. I combustibili alternativi mirano a sensibilizzare l’opinione pubblica sui combustibili a basse emissioni di carbonio, più economici e gestibili dal punto di vista logistico. Kohler ha fatto proprio questo percorso di rinnovamento, a partire dall’adesione alla eFuel Alliance, che rappresenta le aziende e altre organizzazioni che supportano e promuovono l’uso di combustibili alternativi da energie rinnovabili su scala industriale, con l’obiettivo di sensibilizzare su questo tipo di carburante a basse emissioni di carbonio.

Dal 2022, Kohler ha consentito l’utilizzo di Hvo su tutta la sua gamma di motori diesel sia in Europa che negli Stati Uniti. A differenza dei biocarburanti convenzionali che sottraggono risorse all’agricoltura e contribuiscono in parte alla deforestazione, l’Hvo è un combustibile rinnovabile che può essere prodotto da vari oli e grassi vegetali: è derivato da rifiuti biologici e, privo di oli di derivazione fossile, è un prodotto riciclato al 100%. Inoltre, a seconda della materia prima utilizzata nella sua produzione, porta a una riduzione delle emissioni complessive di CO2 fino al 90%. Anche le emissioni di scarico del motore ne beneficiano direttamente, dato il bassissimo contenuto di zolfo.

Accanto all’Hvo, Kohler ha deciso di includere anche l’idrogeno come combustibile alternativo: una fonte di energia incredibilmente versatile la cui tecnologia è in rapida evoluzione. Kohler sta sviluppando un motore a combustione interna a idrogeno derivato dal diesel basato sul Kdi 2504 per applicazioni commerciali fuoristrada: una soluzione a emissioni zero e quasi zero. Il progetto ha l’obiettivo finale di fornire la stessa potenza e coppia del motore diesel originale. Il motore a combustione interna a idrogeno sarà una soluzione economica e potenzialmente adattabile alla maggior parte delle applicazioni.

Tutti i sistemi attualmente in fase di sviluppo, dall’Hvo ai biocarburanti all’idrogeno, potranno essere applicati a soluzioni ibride, combinando al meglio i punti di forza di ogni singola fonte di energia.

Il KSD

Un’altra pietra miliare della strategia di Kohler è il Ksd, il motore che è stato un simbolo di quest’anno, vincendo sia il premio Diesel of the Year della rivista Diesel che il premio Engine of the Year sotto i 175 CV al Diesel Progress Summit. Il Ksd è un motore all’avanguardia nella categoria sotto i 19 kW che presenta un rivoluzionario sistema di combustione a iniezione indiretta a controllo elettronico, in contrasto con l’iniezione indiretta meccanica standard in questa categoria. Ciò offre vantaggi come un’elevata coppia ai bassi regimi – 95 Nm a 1000 giri/min per TC/Tca – e migliori prestazioni in quota. Il Ksd vanta un basso costo totale di proprietà grazie al consumo di carburante ottimizzato, agli intervalli di manutenzione estesi e alla manutenzione ordinaria semplificata, eseguibile con due soli strumenti.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *