Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Editoriale del direttore / Senza sport non c’è Italia

Ho appena terminato di guardare in tv Italia-Australia di rugby, che si è giocata a Firenze. È stata una cosa emozionante. Fidatevi perché lo dice uno come me, che il rugby lo conosce meno della meccanica quantistica. Da inesperto supremo, mi sono esaltato per gli azzurri, che hanno vinto contro pronostico. Ma lo spettacolo era in tribuna, proprio come a Padova una settimana prima (Italia-Samoa): c’era un numero inverosimile di bambini e bambine, con famiglie e istruttori. Eccoli, nel mio schermo, in un sabato all’improvviso. La loro passione pulita. La voglia di fare festa e persino la loro tenera capacità di distrarsi. Lo stesso era accaduto la sera prima, per Italia-Spagna di basket, a Pesaro.

Sono scene che dovrebbero esserci familiari. Le incontriamo ogni settimana nelle palestre e nelle piscine, sui prati e lungo le piste. Con queste scene negli occhi dovremmo pesare la misera attenzione che il Decreto Aiuti ter riserva allo sport, che aveva alzato una mano e invocato l’aiuto dell’ammiraglia, come un ciclista in crisi. Un emendamento (del Pd) proponeva di alzare i fondi straordinari per la gestione degli impianti, aggredita, tormentata, torturata da costi e bollette scioccanti. Emendamento bocciato. C’è un nuovo ministro, che si chiama Andrea Abodi e di sport se ne intende: non è come me con il rugby, insomma. Sa dove e come agire. Si studiano risparmi (molti limiteranno temperature e tempi delle docce, altri purtroppo chiuderanno e basta) ma servono sostegni immediati. La situazione sta taglieggiando tante piccole realtà, dagli enti locali ai club. Sono le fabbriche dei sogni di una generazione che non ha colpe, che non vota ma dovrebbe essere il primo programma elettorale. Sbaglia chi pensa che questi siano valori opzionali, come il sensore di parcheggio per l’auto nuova. Lo sport non è un accessorio, parliamo di un fondamento della salute, della vita e della morale. E senza sport non c’è Italia.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *