Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Eag Expo: l’industria dell’Amusement abbraccia il Social Entertainment

11 gennaio 2023 – 18:21

Lo specialista Kevin Williams esamina il nuovo trend che parte dal Regno Unito e che coinvolge l’intera industria globale dell’intrattenimento, lanciando una nuova sfida.

Scritto da Ac

williamskevin.jpg

Londra – Le nuove opportunità per l’industria dell’intrattenimento nascono dal sociale. Ne è convinto lo specialista Kevin Williams, di Spider Entertainment, che ha dedicato a questo tema uno specifico seminario all’interno di Eag Expo di Londra. Durante il quale esamina l’emergere di un nuovo aspetto della scena dell’intrattenimento per il tempo libero che ha un impatto diretto sul tradizionale modello di divertimento. Quello che definisce “L’ultima tendenza dell’intrattenimento che sta investendo la scena britannica e internazionale”, denominata “Competitive Socialising” (o “Social Entertainment”).

“E’ facile rendersi conto che il pubblico è tornato oggi assetato di intrattenimento e di ambienti ricettivi che risultino socialmente inclusivi – spiega Williams -. Le privazioni del lockdown di alcuni anni fa hanno spinto molti esperti dell’industria a sostenere che ristoranti, bar, cinema e divertimento sarebbero stati fatti fuori, per poi doversi rimangiare le parole pochi mesi dopo la revoca delle restrizioni. Come con altri grandi sconvolgimenti nella vita sociale vediamo anche nuovi elementi emergere in popolarità. Insieme al pagamento cashless ormai protagonista in molti aspetti della vita, c’è stata una crescita continua in quello che è stato chiamato intrattenimento sociale e da altri soprannominato ‘socializzazione competitiva’. Alimentato dalla necessità per i gruppi di divertirsi, oltre a condividere l’ospitalità, è emerso un nuovo genere di luogo di intrattenimento”.

“Il termine ‘socializzazione competitiva’ – spiega l’esperto – è stato coniato principalmente per l’uso di sedi di intrattenimento all’interno di questi nuovi tipi di locali – luoghi che vedono al centro la competizione e il gioco. Il Regno Unito è diventato un trampolino di lancio per molti di questi nuovi concetti, con molti elementi impiegati familiari a chiunque nel settore del divertimento ma ora confezionati in un dispositivo per locali che include anche sofisticate offerte di ristorazione”.
“Gli aspetti visti spaziano da luoghi come Puttshack – che incorpora il mini-golf aggiunto digitalmente – o Flight Club, che distribuisce freccette aggiunte digitalmente, l’aggiungere è ludicizzazione, con punteggio e mini-giochi unici offerti da touchscreen per la selezione del gioco, il punteggio e l’importantissimo ordine di cibo e bevande. L’elemento di ludicizzazione delle attività di intrattenimento tradizionali vede luoghi che comprendono freccette e bowling in realtà aumentata. Allo stesso tempo vediamo Clays che offre tiro al piattello su schermo digitale o Sixes che offre cricket ricreato attraverso uno schermo digitale”. 

Ma l’innovazione di questo approccio di intrattenimento sociale non si limita qui. “Ora abbiamo ambienti di gioco completamente immersivi come con Immersive Gamebox e la sua esperienza unica. Abbiamo anche visto la creazione di feste utilizzando giochi di abilità supportati dall’ospitalità con Fairgame. E ora abbiamo persino simulatori di corse automobilistiche collocati in un lussuoso ambiente di bar e ristoranti con F1 Arcade. Tutti questi possono essere percepiti come intrattenimento personalizzato collocato in ambienti unici, ma anche il divertimento video tradizionale – sia l’ultimo che retrò – sta trovando spazio nell’intrattenimento sociale, con posti del calibro di bar sala giochi retrò come NQ64: Arcade Bar o Four Quarters. Tutte queste offerte utilizzano il Regno Unito come trampolino di lancio”. Per poi espandersi ovunque, evidentemente.
“La domanda per l’industria del divertimento è: quanta di questa innovazione sarà alimentata dall’attuale raccolta di giochi e attrazioni già in vendita? O vedremo i produttori che dovranno rafforzare la loro linea di prodotti per includere articoli appositamente sviluppati per funzionare negli ambienti dell’intrattenimento sociale? Ma soprattutto, potrebbe essere l’inizio di un rinascimento ancora più grande per il settore dell’intrattenimento fuori casa, a cui il divertimento non può mancare?”. Williams, all’Eag, ha lanciato la sfida. Ora tocca all’industria raccoglierla, insieme ai frutti che ne deriveranno.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *