Viva Italia

Informazione libera e indipendente

E quando si spegneranno i motori inizierà la corsa delle nomine

“Mi auguro di assistere, prima della fine dell’anno, a due belle gare con partecipanti capaci e motivati per chiudere definitivamente il periodo degli aiuti e delle amicizie, facendo prevalere la meritocrazia”. È l’auspicio, provocatorio, che arriva dal consigliere comunale della Lega, Simone Carapia, in relazione ai prossimi bandi per i vertici di Formula…

“Mi auguro di assistere, prima della fine dell’anno, a due belle gare con partecipanti capaci e motivati per chiudere definitivamente il periodo degli aiuti e delle amicizie, facendo prevalere la meritocrazia”.

È l’auspicio, provocatorio, che arriva dal consigliere comunale della Lega, Simone Carapia, in relazione ai prossimi bandi per i vertici di Formula Imola. Archiviato il Gran premio, ci sarà infatti da rinnovare sia l’incarico di presidente del Consiglio di amministrazione (oggi Uberto Selvatico Estense) che quello di direttore generale (Roberto Marazzi) della società di gestione dell’Autodromo, totalmente pubblica in quanto partecipata al 100% da Con.Ami.

A proposito della selezione per il nuovo dg, in particolare, “non siamo già in ritardo per le procedure burocratiche? – domanda Carapia –. A meno che qualcuno, evocando la pandemia e il carattere d’urgenza, voglia evitarle. Si vocifera del ritorno dell’ex Pietro Benvenuti dal circuito di Monza, dimessosi un mese prima del Gran premio brianzolo per avvicinarsi di più a casa, dichiarando tra l’altro che con le società pubbliche non si lavora bene perché hanno un’impostazione troppo restrittiva. Bisognerebbe spiegargli che sul Santerno le cose sono cambiate. Adesso si è nelle stesse condizioni di Monza, se non peggio”.

Ma Carapia chiede lumi anche sul futuro del Cda di Formula Imola, in scadenza a fine dicembre, vale a dire qualche settimana dopo l’incarico del direttore.

“Chissà se i suoi detrattori riusciranno a far dimettere definitivamente il presidente Selvatico Estense – è l’interrogativo di Carapia –. Dopo il mondiale di ciclismo e la Formula 1 sarà un’impresa ardua. E soprattutto, nel caso, ci sarà tutta quella protesta interna ed esterna all’Enzo e Dino Ferrari che la città ha visto qualche mese addietro quando a governare non era il Pd?”.

e. a.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *