Viva Italia

Informazione libera e indipendente

E per il genio dei motori classificatosi secondo arriva anche il premio

PISTOIA. E venne anche il giorno della premiazione. Stamani in Comune sarà consegnata una targa a Lorenzo Imondi, lo studente del quarto anno dell’istituto Pacinotti che si è distinto nella competizione nazionale, a cui la scuola ha partecipato, di manutenzione e assistenza tecnica (che fa parte del progetto di valorizzazione delle eccellenze incentivato dal Miur), classificandosi al secondo posto.

A questa gara, organizzata dall’Ipsia Guastaferro di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) hanno partecipato 19 istituti, rappresentati ciascuno da uno studente, selezionati quasi tutte dalle quinte classi. Il nostro Lorenzo, invece, che frequenta la quarta, era, se così si può dire, “svantaggiato”, poiché era un anno indietro a livello di programma. Nonostante tutto, il ragazzo ce l’ha fatta, arrivando al secondo gradino del podio.

I professori Danesi, Nervi, Traversari e Tonati hanno creduto in lui, proponendo e formando il ragazzo con grande determinazione. «Abbiamo voluto scommettere tutto su Lorenzo – ci racconta il professore di tecnologie elettriche e elettroniche Thomas Tonati – e abbiamo fatto bene. Questa piccola vittoria dimostra anche l’eccellenza dei nostri istituti professionali. Dobbiamo credere nei nostri ragazzi».

Lorenzo, appena diciottenne, all’inizio era un po’ scettico. «Quando me l’hanno comunicato, non ho detto subito di sì. Ci ho dovuto pensare. Poi la voglia di mettermi in gioco e la vicinanza dei professori, il grande sostegno dei miei compagni che hanno subito creduto in me, mi hanno fatto accettare la sfida»

È il caso anche di ricordare che la classe di Lorenzo due anni fa è arrivato seconda al progetto “Sì Geniale” con 17 obiettivi dell’Agenda 2030.

Lorenzo è cresciuto fin da piccolo con la passione per i motori e la macchine e si è sempre impegnato a scuola, anche a livello sociale. «Cosa mi piacerebbe fare dopo? Mi piacerebbe portare avanti un giorno l’autoscuola di mio babbo, a Montale, dove abito. L’Autoscuola Santini. E l’indirizzo che ho scelto è estremamente formativo per me. Sarei comunque contentissimo anche di ricevere, dopo questa esperienza, delle proposte dalle aziende, a cui aprirei volentieri le braccia e con cui potrei fare esperienza». —

V.V.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: iltirreno.gelocal.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *