Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Dzeko frena la Francia, Danimarca in scioltezza. La Turchia si getta via al 97’

L’attaccante nerazzurro protagonista contro i Bleus, fermati sull’1-1 e con un uomo in meno per quasi tutta la ripresa. I danesi liquidano la Scozia 2-0 con un gol dell’atalantino Maehle. Pari tra Norvegia e Olanda (reti di Haaland e Klaassen). Il Montenegro (gol di Marusic) firma il 2-2 a Istanbul in pieno recupero. Arnautovic a segno con l’Austria

Tanti “italiani” protagonisti in giro per l’Europa nella quarta giornata di qualificazioni mondiali. Tra i 19 in campo dall’inizio brillano soprattutto i nerazzurri di Inter e Atalanta tra gol pesanti e assist d’autore. Spicca il pareggio di Strasburgo tra Francia e Bosnia, con un Dzeko in forma smagliante che mette paura alla truppa di Deschamps firmando un gran gol. Serata amara per la Turchia di Calhanoglu, che spreca un doppio vantaggio contro il Montenegro facendosi raggiungere al 97’. Bene la Danimarca, che resta a punteggio pieno liquidando la Scozia grazie a un Damsgaard particolarmente ispirato. Di Maehle, Marusic gli altri gol targati serie A.

GRUPPO A

—  

Il Portogallo conferma il primato del gruppo grazie a una doppietta da urlo di Ronaldo quasi sulla sirena, fondamentale per ribaltare il vantaggio irlandese e chiudere sul 2-1 in pieno recupero. Ne approfitta il Lussemburgo, che si porta a una sola lunghezza dalla Serbia a quota 6 punti grazie al 2-1 sull’Azerbaigian firmato da Pinto (8’) e Rodrigues su rigore (28’). Inutile il sigillo ospite di Makhmudov al 67’.

GRUPPO D

—  

Una grande Bosnia guidata da Dzeko e Pjanic frena la Francia di Mbappé, Griezmann e Benzema, tutti presenti dall’inizio. Ma il super tridente francese non basta a piegare gli ospiti, protagonisti di un’ottima prestazione. L’espulsione di Koundé che lascia i Bleus in 10 per quasi tutta la ripresa agevola l’impresa di una Bosnia avanti al 36’ grazie a una splendida conclusione del bomber nerazzurro, a cui pone rimedio Griezmann al 40’ dopo un palo di Mbappé. Nel pomeriggio scoppiettante 2-2 tra Kazakistan e Ucraina, con gli ospiti che gettano alle ortiche la vittoria facendosi riacciuffare al 96’ da Valiullin dopo essere stati in vantaggio per due volte grazie a Yaremchuk (2’) e Sikan (93’).

GRUPPO F

—  

Prosegue spedita la corsa della Danimarca, che si sbarazza della Scozia collezionando il quarto successo in altrettante giornate. A Copenaghen brillano l’atalantino Maehle e il blucerchiato Damsgaard, che al 15’ confezionano il raddoppio casalingo dopo il sigillo di Wass al 14’. Da applausi l’assist di Damsgaard. Netta vittoria anche per Israele sulle Far Oer (4-0 firmato da una tripletta di Zahavi e un gol di Dabbur), mentre l’Austria vince in Moldavia (2-0) con un sigillo di Baumgartner in chiusura di primo tempo e il raddoppio del bolognese Arnautovic al 95′.

GRUPPO G

—  

Partita dai due volti per la Turchia, che si getta via al 97’ dopo un buon primo tempo: alle reti di Under e Yazici tra il 9’ e il 31’ rispondono il laziale Marusic (40’) e Radunovic all’ultimo respiro. Nonostante il 2-2 finale, convincente la prova di Calhanoglu, che serve diversi palloni interessanti su calcio da fermo. Combattuto sfida invece a Oslo tra Norvegia e Olanda, con i padroni di casa avanti grazie al solito Haaland (20’) prima della risposta definitiva di Klaassen al 37’. De Vrij unico “italiano” in campo dall’inizio. Conquista tre punti invece la Lettonia, vittoriosa per 3-1 su Gibilterra grazie a una doppietta di Gutkovski (al 50’ su rigore e all’85’) e a un sigillo di Ciganiks all’89’.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *