Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Duro colpo per le azioni di Flutter Entertainment da 60 milioni di sterline

Le azioni di Flutter Entertainment hanno subito un duro colpo: gli scommettitori hanno avuto la meglio nel mese di ottobre, costringendo l’azienda a ridurre le aspettative di profitto per l’anno. Il proprietario dei marchi Paddy Power e Betfair ha rivelato un successo da 60 milioni di sterline, stabilito da una serie di risultati di scommesse sportive “a misura di cliente” del mese scorso, affermando che sarà – in parte – responsabile di un taglio alla sua guida finanziaria per l’intero anno.

Perdite consistenti per Flutter Entertainment

Flutter Entertainment, che rappresenta il più grande gruppo di scommesse online al mondo, ha visto le sue azioni crollare del 7,7% martedì, dopo aver ridotto il suo intervallo di previsione per i profitti rettificati annuali tra £ 1,24 miliardi e £ 1,28 miliardi. Ciò rispetto agli 1,37 miliardi di sterline che si sarebbe aspettato in precedenza.

Per queste motivazioni, ha ritirato – seppur in via temporanea – le sue operazioni olandesi online, a causa di un cambiamento nei regolamenti, che quest’anno è costato altri 10 milioni di sterline. Flutter ha affermato che le sue operazioni al di fuori degli Stati Uniti sono state colpite da “risultati sportivi sfavorevoli nei primi 24 giorni di ottobre“, ma non ha rivelato quali fossero gli eventi nello specifico, come si può evincere anche da qui.

Tuttavia, si ipotizza che l’azienda faccia riferimento a puntate elevate a favore di Tyson Fury che ha battuto Deontay Wilder nell’ultimo incontro a Las Vegas, vinto da Fury grazie all’undicesimo round a eliminazione diretta. Anche la vittoria 5-0 del Liverpool sul Manchester United in Premier League ha portato grandi vincite per gli scommettitori.

Alti e bassi sui vari mercati di riferimento

I risultati del terzo trimestre di Flutter, che coprono i tre mesi fino alla fine di ottobre, hanno mostrato un aumento delle entrate del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, spinto da un aumento del 13% dei giocatori medi mensili. Ha registrato, inoltre, una elevata performance in Australia e negli Stati Uniti, in particolare, dove possiede la più grande azienda di scommesse d’America, FanDual.

Flutter ha affermato che FanDuel stava sperimentando regolarmente livelli di staking nelle domeniche di football americano che corrispondono alle prestazioni del SuperBowl del 2021, mentre il gioco d’azzardo continua a decollare rapidamente negli Stati Uniti, dopo la revoca del divieto sulle scommesse sportive nel 2018. Tuttavia, le entrate nel Regno Unito e in Irlanda sono diminuite del 5%, il che – secondo Flutter – riflette, in parte, un calendario sportivo più impegnato e di alto profilo nell’anno precedente.

L’amministratore delegato Peter Jackson ha dichiarato: “Sebbene una serie di risultati favorevoli al cliente in ottobre abbia portato a margini di vincita inferiori ai livelli previsti nel trimestre fino ad oggi, la forza alla base della nostra attività è chiara; abbiamo ampliato la nostra base di giocatori ricreativi online di 46% in soli due anni”.

Inoltre, l’uomo aggiunge che: “Con più giurisdizioni internazionali e stati statunitensi sulla via della regolamentazione, non vediamo l’ora di far crescere ulteriormente in modo sostenibile la nostra base di attori globali nel 2022“.

Cambiano le abitudini di gioco dei clienti

Harry Barnick, analista senior di Third Bridge, ha dichiarato: “Il consolidamento è sulla bocca di tutti dopo l’acquisizione abbandonata di Entain da parte di DraftKings. Gli investitori si chiederanno quale ruolo potrebbe svolgere Flutter nel panorama globale delle fusioni e acquisizioni. Il mercato statunitense continua a essere un’area di crescita strategica per Flutter – aggiunge Barnick – con successo in questo mercato che sembra fondamentale per il futuro dell’azienda”.

L’analista, inoltre, afferma che “Poiché la regolamentazione si aprirà su base stato per stato, Flutter si concentrerà singolarmente sulla raccolta di licenze e sulla crescita della quota di mercato negli Stati Uniti“.

Parlando dopo la pubblicazione dei risultati, il direttore finanziario di Flutter, Jonathan Hill, ha affermato che sono cambiate drasticamente anche le abitudini di gioco: “Abbiamo visto una significativa divergenza nelle prestazioni del Regno Unito e dell’Irlanda in termini di proprietà commerciali“, ha detto all’Irish Times.

Non so se siete stati nel Regno Unito di recente, ma sembra che sia cambiato in modo significativo in termini di comportamento dei clienti dopo il Covid e, essendo stato sia in Irlanda che nel Regno Unito, noto sicuramente una differenza significativa”, ha aggiunto.

Betfair: affidabilità e scelta

Anche se la pandemia di Coronavirus ha apportato dei cambiamenti profondi anche al mondo delle scommesse e del gambling online, Betfair sicuramente resta una delle realtà più affidabili in materia di scommesse e giochi online.

Betfair, infatti, vanta alcuni dei giochi più in voga ed apprezzati dai giocatori, tanto da finire nella rosa dei migliori casinò in circolazione. Basato quasi esclusivamente dal gigante del software, Playtech, è – da quando è nato – sinonimo di qualità. L’operatore vanta più di 200 giochi di slot, 44 dei quali sono giochi con jackpot hot rocket. Inoltre, gli iscritti hanno accesso ai giochi esclusivi di Playtech, inclusi quelli legati ai film della DC Comics e di Hollywood, nonché alla serie di jackpot progressivi Age of the Gods.

Fonte: montecarlonews.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *