Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Doping, controlli su giovani e sport amatoriali: nel 2019 positivo il 2,7%


Doping, controlli su giovani e sport
amatoriali: nel 2019 positivo il 2,7%


Atleti controllati e risultati positivi dal 2003 al 2019: valori assoluti e percentuali Fonte: Report attività antidoping 2019

A fine 2020 è stato pubblicato l’ultimo report dell’attività di controllo antidoping negli sport amatoriali. Nel 2019 l’attività di controllo antidoping del ministero della Salute, affidata alla Sezione per la vigilanza e il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive, ha controllato un totale di 1.245 atleti, di cui 839 maschi (67,4%) e 406 femmine (32,6%) con un’età media di 27,5 anni (27,9 i maschi e 26,8 le femmine).
Degli atleti sottoposti a controllo, il 6,9% (86) sono stati esaminati in presenza o su specifica richiesta dei Carabinieri per la tutela della salute Nas. Tutti i controlli antidoping sono stati effettuati “in competizione” e nessuno fuori competizione. Complessivamente sono risultati positivi 33 atleti (23 maschi, 10 femmine), pari al 2,7% degli atleti sottoposti a controllo. Non è stata rilevata una differenza di genere statisticamente significativa tra gli atleti risultati positivi: si osserva infatti che la percentuale di positività è pari al 2,7% per gli uomini e al 2,5% per le donne.
Nel 2019, la percentuale più elevata di principi attivi rilevati ai controlli antidoping appartiene a cannabinoidi (20,9%) e stimolanti (20,9%). In particolare, gli atleti di sesso maschile hanno fatto registrare una netta prevalenza (28,1%) nelle positività ai cannabinoidi, mentre la maggioranza delle atlete (27,3%) è risultata positiva agli agenti anabolizzanti e ai diuretici e agenti mascheranti.

Nel corso del 2019, gli eventi maggiormente controllati hanno riguardato manifestazioni relative al ciclismo (16,2% degli eventi controllati), all’atletica leggera (13,7%) e al calcio (13,1%).
L’attività di controllo antidoping del ministero è finalizzata alla lotta e alla prevenzione della diffusione del fenomeno doping nella popolazione giovanile e nei settori sportivi amatoriali e in generale alla tutela della salute nelle attività sportive. L’attività di controllo si concretizza con la pubblicazione annuale del Report attività antidoping, cui si riferiscono i dati prima descritti e che sono il frutto del controllo in 325 manifestazioni sportive.

I dati del 2019, insieme a quelli della serie storica dei controlli che partono dal 2003 (vedi tabella), riescono a dare un’idea dell’incidenza del doping nello sport amatoriale.

Andrea Peren
Giornalista Tabloid di Ortopedia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte: orthoacademy.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *