Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Donna legata, imbavagliata e sequestrata in casa a Milano da due uomini

La trappola tesa con la scusa dell’appuntamento, le violenze andate avanti più di mezz’ora – con lei in ostaggio, in balia dei suoi rapitori -, poi la fuga con il bottino e l’allarme. Domenica sera da incubo per una donna di 30 anni, una cittadina russa che lavora come escort, che è stata sequestrata e rapinata da due uomini, che per ora hanno fatto perdere le proprie tracce. 

L’allarme alla polizia, che ora indaga, è arrivato verso le 21.30, quando la stessa vittima ha chiesto aiuto al 112. Gli agenti si sono subito precipitati in casa sua – un appartamento in zona stazione centrale – e a loro lei ha raccontato di essere stata aggredita da due persone, descritte come sui 40 anni, di carnagione chiara. 

La 30enne ha spiegato che era stata contattata via telefono da un cliente, con il quale aveva organizzato un appuntamento. All’ora stabilita, alla sua porta si sono però presentati due uomini, che appena lei ha aperto l’hanno colpita con un pugno in pieno volto. A quel punto, stando al racconto della donna, i sequestratori l’avrebbero legata con il nastro adesivo e le avrebbero messo un cuscino sul volto per evitare che urlasse. Dopo una trentina di minuti passati nell’abitazione, i due sarebbero fuggiti con 4mila euro in contanti, due anelli in oro, un portafogli e un orologio Apple. 

Rimasta sola, la vittima sarebbe poi riuscita a liberarsi e a chiedere aiuto. La donna ha rifiutato il trasporto in ospedale e non ha avuto bisogno del ricovero. I poliziotti delle volanti e della Scientifica hanno invece effettuato tutti gli accertamenti e i rilievi in casa alla caccia di elementi utili per dare un nome e un volto ai due. Le indagini sono affidate agli investigatori del commissariato Garibaldi Venezia. 
 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *