Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Desaparecidos, arrestato unico imputato in Italia

E’ stato arrestato e portato in caserma Jorge Nestor Troccoli, l’uruguayano condannato in via definitiva all’ergastolo insieme ad altri tredici tra ex alti ufficiali, esponenti delle giunte militari e dei Servizi di sicurezza di Paesi sudamericani, al potere tra gli anni ’70 e ’80, legati al cosiddetto ‘piano Condor’. A emettere la sentenza ieri sono stati i giudici della prima sezione penale della Cassazione sulla vicenda dei Desaparecidos alcuni di origine italiana, rapiti e uccisi in Sudamerica negli anni delle dittature militari. A quanto apprende l’Adnkronos, questa mattina Troccoli, che risiedeva a Battipaglia, è stato arrestato dai carabinieri del Ros, guidati dal generale Pasquale Angelosanto, che hanno eseguito l’ordine di carcerazione emesso dalla procura generale presso la Corte di Appello di Roma sotto il coordinamento del procuratore Antonio Mura e dei sostituti procuratori generali Roberto Cavallone e Francesco Mollace. 

“L’esecuzione della carcerazione è l’epilogo che rende ulteriore giustizia alle migliaia di vittime che hanno dato la vita per la conquista delle libertà in Sud America. I processi celebrati in Italia sono lo specchio di una giustizia che non dimentica le vittime”. A dirlo all’Adnkronos il sostituto procuratore generale di Roma Francesco Mollace dopo l’arresto. 

Mollace, quale sostituto procuratore generale presso la Corte di Appello di Roma ha seguito il processo di secondo grado sui desaparecidos alcuni di origine italiana, rapiti e uccisi in Sudamerica negli anni delle dittature militari che aveva portato a 24 ergastoli. 

Fonte: lifestyleblog.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *