Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Dal Comune di Canicattì risorse a sostegno dello sport

L’Amministrazione Di Ventura ha assegnato trentamila euro alle associazioni che gestiscono gli impianti cittadini, mentre altri ventimila sono stati riservati a 15 realtà operanti sul territorio

CANICATTÌ (AG) – Ammonta a trentamila euro la dotazione finanziaria complessiva della misura prevista dall’Amministrazione comunale della Città dell’uva Italia, guidata dal sindaco Ettore Di Ventura, attraverso cui verrà dato un sostegno al mondo sportivo, uno dei settori più colpiti dal Covid-19.

Così come previsto dall’art. 216 del Decreto legge 34/2020, sono stati stanziati ristori straordinari per le associazioni che gestiscono gli impianti sportivi pubblici e, al fine di mitigare le difficoltà nella prosecuzione della concessione, i gestori del Carlotta Bordonaro, del Palasport Saetta Livatino e della Palestra di via Pertini avranno diritto al rimborso delle spese di energia elettrica per i 12 mesi successivi al marzo 2020. Tramite il fondo di diecimila euro, i gestori dovranno prevedere un abbattimento delle tariffe di almeno il 10%, per il 2021, per le associazioni terze che usufruiscono degli impianti.

“Proprio in questo periodo – ha detto il sindaco Di Ventura – è stata celebrata la Giornata internazionale dello sport, attraverso cui l’Onu, con una risoluzione del 2013, lo riconosce come un potente strumento sociale, capace di promuovere l’integrazione sociale e lo sviluppo economico in contesti geografici, culturali e politici diversi, nonché di diffondere ideali e valori fondamentali come pace, fraternità, solidarietà, non-violenza, tolleranza e giustizia. Riteniamo fondamentale fornire un sostegno alle associazioni e società sportive della nostra città”.

Contributi straordinari sono in arrivo anche per le 15 associazioni sportive che hanno partecipato all’apposito avviso pubblico, reso noto nelle scorse settimane, avente un plafond complessivo di ventimila euro. I contributi, a seguito dell’istruttoria predisposto dall’Ufficio Sport del Comune, sono stati ripartiti sulla base degli importi delle tasse di iscrizione, del numero dei tesserati e delle spese effettuate per fronteggiare il Covid-19.

“Riconoscendo l’importanza che riveste il settore del sport nella nostra città – ha concluso l’assessore allo Sport, Angelo Cuva – abbiamo voluto lanciare questa misura, unica nel comprensorio, per dare un segnale di vicinanza a chi attraverso lo sport svolge un ruolo primario nella nostra città”.

Fonte: qds.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *