Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Dakar 2022, il prototipo Audi avrà 3 motori elettrici e un 2.0 TFSI

In uscita dalla Formula E a fine anno, direzione Dakar e, a seguire, di nuovo il WEC in Classe LMDh. Audi Sport porterà sul prototipo elettrico con il quale esordirà alla Dakar 2022 una bella fetta di esperienza maturata nella serie elettrica.

La Stagione 7 vede la casa dei quattro anelli schierare un nuovo powertrain, un motogeneratore sviluppato interamente da sé, unità che verrà impiegata sul prototipo che prenderà parte al raid in Arabia, nel gennaio del prossimo anno. 

La presentazione del progetto è attesa a luglio, poi ci saranno i test di sviluppo. Attualmente i tecnici sono nella fase di finalizzazione del prototipo, con ampie aree già ultimate. Avrà uno schema con tre motori elettrici, due saranno di trazione, un motogeneratore su ciascun asse, più un terzo MGU con il compito di ricaricare la batteria.

Energia a… benzina

Se la trazione sarà effettivamente elettrica, per affrontare un rally raid nel deserto non si può prescindere da un sistema di ricarica che prevede un motore termico, turbo benzina 2 litri – l’unità utilizzata da Audi nella sua precedente esperienza nel DTM – per alimentare la batteria.

“Avremo un motore elettrico all’anteriore e uno al posteriore, un terzo motogeneratore serve per caricare la batteria durante la guida. Ovviamente dovremo apportare delle modifiche perché le sfide del deserto sono diverse da quelle nelle città dove corriamo con la Formula E: salti, sabbia e prove speciali molto lunghe. Però, fondamentalmente, possiamo sviluppare sfruttando le competenze raccolte in Formula E e dai prototipi di Le Mans e-tron quattro“, spiega Andreas Roos, da responsabile del progetto Audi Sport DTM a figura che gestisce i piani sportivi del marchio.

Trasferimenti davvero full electric

Se durante le prove speciali è imprescindibili l’utilizzo del motore termico per caricare la batteria, quindi in un funzionamento di fatto ibrido per emissioni, sebbene con trazione esclusivamente prodotta dai motori elettrici, nei tratti di collegamento e nei trasferimento, nei piani Audi c’è l’impiego di una modalità davvero full electric, quindi senza assistenza del motore turbo benzina per caricare la batteria. 

Unità sulla quale Roos spiega: “Il motore benzina è incredibilmente efficiente, rappresenta lo stato dell’arte quanto a peso e consumi. La cosa importante da dire è che la linea di trazione è completamente elettrica, la batteria va caricata durante le prove speciali, durante la guida, perché attualmente non esistono altre opzioni nel deserto“.

Fonte: autosprint.corrieredellosport.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *