Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Covid oggi Emilia Romagna: bollettino Coronavirus 8 novembre 2021. Dati e contagi

Bologna, 8 novembre 2021- Diminuiscono i casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore in Emilia Romagna, ma sale il tasso di positività perché i tamponi analizzati sono stati meno rispetto alla giornata di ieri. I nuovi positivi sono così 536 (ieri erano 565) su 15.856 tamponi analizzati, che portano la percentuale dei casi al 3,3% (ieri era al 2,7%). Un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Crescono i ricoveri (+14), mentre si registrano purtroppo altri 6 decessi. Per ciò che riguarda le vaccinazioni, sono state somministrate complessivamente 6.988.513 dosi; sul totale sono 3.508.770 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 204.480.

Covid a scuola: le nuove regole in caso di contagio

Intanto, i tecnici pronosticano un possibile peggioramento tra gennaio e febbraio. Lo dichiara il professor Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, Roberto Speranza, e docente di Igiene all’università Cattolica di Roma. Ricciardi preannuncia un possibile peggioramento della situazione “tra gennaio e febbraio perché quella da Covid si è mostrata essere un’epidemia con cicli molto prevedibili”.




Bollettino Covid 8 novembre 2021, i dati di oggi

Aggiunge, inoltre, che “se continueremo così, potremo pensare di superare l’inverno in maniera adeguata” purchè si proceda velocemente con la terza dose, che “va fatta per impedire circolazione del virus e per mantenere la protezione da forme gravi dell’infezione”. Smentita, invece, l’ipotesi di lockdown per i non vaccinati, la misura adottata in Austria, a cui Ricciardi dice no. “In questo momento non ne abbiamo bisogno perché, di fatto, le misure che attualmente sono state prese servono a tenere sotto controllo, come sta succedendo, l’epidemia di Covid. Certo con il passare del tempo dovremmo pensarci, alla correzione del Green pass, che attualmente è consentito anche a coloro che hanno un tampone antigenico”. 

Posti letto Covid Bologna, l’Ausl chiede alla sanità privata

Coronavirus in Italia, i dati dell’8 novembre 2021

Sono 4.197 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 5.822. Sono invece 32 le vittime in un giorno (ieri 26). Sono invece 249.115 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 434.771). Il tasso di positività è all’1,7%, in aumento rispetto all’1,3% di ieri. I pazienti in terapia intensiva in Italia sono 415, 17 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 35 (ieri 26). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.362, ovvero 147 in più rispetto a ieri.

Coronavirus Marche – Covid in Veneto – Contagi in Toscana

Sileri: “Possiamo confidare in un Natale sereno” 

Più ottimista il il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, che sulla situazione di dicembre dichiara: “È inevitabile, purtroppo, prevedere altre vittime e altri ricoverati tra i non vaccinati. Ma gli ospedali non dovrebbero andare in affanno. Sono fiducioso: possiamo confidare in un Natale sereno. Grazie ai tanti che si immunizzano e grazie al green pass”. Ferma la posizione di Sileri su green pass e stato di emergenza, in vista dello scadere dei sei mesi dall’avvio della campagna vaccinale di massa: “Diciamo che sarà l’ultimo obbligo a venire meno. E ci vorranno molti mesi. Così come, considerando la nuova ondata, è improbabile si possa fare a meno dello stato di emergenza”.

Coronavirus Bologna, ecco dove ‘gira’ di più. Contagi a scuola e in famiglia 

Rischio zona gialla: quarta ondata Covid, a che punto è in Emilia-Romagna, Marche e Veneto

Vaccino Covid sotto gli 11 anni: ultime notizie

Caldo anche il tema dei vaccini per bambini dai 5 agli 11 anni, sui il sottosegretario Sileri risponde: “Mi aspetto una resistenza. Anche tra i 12 e i 15 anni, del resto, la percentuale di vaccinati è più bassa. Ma, da medico, mi auguro che almeno la metà dei 3,2 milioni di italiani tra i 5 e gli 11 anni, si vaccini. Prima ancora che per bloccare la circolazione del virus, nell’interesse dei bambini. Gli effetti della malattia, nel lungo periodo, sono subdoli e non risparmiano i giovani”. 

Vaccino Covid ai bambini, Crisanti frena: “Aspettiamo”

Costa: Covid in Italia, percorso migliore rispetto agli paesi Ue

“Io credo che i dati ci dicono che il nostro paese si trova all’interno di un percorso migliore rispetto ad altri paesi europei”. Lo afferma Andrea Costa, sottosegretario alla salute, conversando coi giornalisti a Bologna. “Questo – spiega – grazie agli oltre 45 milioni di concittadini che si sono vaccinati e hanno compreso come la vaccinazione sia un gesto che metta al riparo non solo la vita di chi si vaccina ma la vita degli altri e permette al paese un percorso graduale di ritorno alla normalita’. Dobbiamo proseguire su questa strada”, conclude.

Covid: le altre notizie

Covid, Germania: incidenza record. Mai così alta da inizio pandemia. Europa nella quarta ondata: i dati

Via le restrizioni Covid, gli Stati Uniti riaprono i confini

Covid, nelle Marche il 40% dei ricoverati è vaccinato. Il 21,4% in Intensiva

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *