Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Covid, Lombardia vicina all’immunità di gregge | Vaccinazioni, Figliuolo: “Italia seconda in Europa”

Da lunedì partiranno anche le prime vaccinazioni per i senza tetto, con l’unità di crisi regionale che ha invitato tutte le Ats a rapportarsi con le associazioni che sul territorio si occupano dei senza fissa dimora, per cercare di raggiungere il maggior numero possibile. Le somministrazioni cominceranno in alcuni dormitori della città di Milano, dopo che l’Agenzia regionale emergenza urgenza ha provveduto a fare i primi sopralluoghi presso alcune strutture per individuare gli spazi necessari, in modo particolare lo spazio di inoculazione, quello di attesa post vaccinale, come anche quello pre-vaccinale con la definizione dei flussi ordinati.

Vaccinazioni, Figliuolo: “Italia seconda in Europa” – La campagna vaccinale d’altra parte procede veloce un po’ in tutto il Paese. Con le quasi 600mila somministrazioni, raggiunte per la prima volta venerdì (per la precisione sono state 598.510, di cui 444.639 prime dosi),  le persone che hanno finito il ciclo vaccinale nel nostro Paese sono 12.737.533, mentre hanno avuto la prima dose finora 24.331.702 italiani. Il commissario all’Emergenza Francesco Figliuolo commenta i dati dicendo che l’Italia è al secondo posto assoluto in Europa in termini di popolazione interamente vaccinata, subito dopo la Germania e davanti a Francia e Spagna. Oggi disponiamo di 2.666 punti vaccinali, a cui se ne aggiungono oltre 800 realizzati da imprese, grande distribuzione e altri operatori economici. 

Garavaglia: ok vaccino ai turisti in casi eccezionali – Intanto, il ministro del Turismo Massimo Garavaglia dice di essere “favorevole con buon senso alla seconda dose per turisti stranieri che vengono in Italia o per italiani che si muovono per un periodo particolarmente lungo. Le Regioni hanno raggiunto una copertura importante e quest’estate potremo avere margini per trattare queste eccezioni. Certo, se diventa una regola diventa un caos”. 

I numeri in Lombardia – Tornando alla Lombardia, l’impatto della campagna vaccinale si vede ormai giornalmente anche sui dati di contagio, che continuano a migliorare, con il costante calo dei ricoveri e il tasso di positività di poco superiore all’1%. Secondo l’ultimo bollettino, con 39.363 tamponi effettuati sono infatti 436 i nuovi casi in Lombardia. In calo i ricoverati sia in terapia intensiva (170, cioè 13 in meno) sia negli altri reparti, dove ci sono 887 persone, 52 in meno. I decessi sono 10 per un totale di 33.653 morti da inizio pandemia. E nelle Province, ci sono 131 nuovi casi a Milano, 65 a Brescia, 49 a Varese, 46 a Bergamo, 36 a Monza e Brianza, 32 a Como, 17 a Cremona, 15 a Sondrio, 13 a Mantova, 11 a Pavia, 8 a Lecco e 6 a Lodi. 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *