Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Covid, Friuli e Bolzano con l’incidenza dei contagi più alta. Anche il Veneto ad alto rischio

In attesa di vedere l’effetto che fa il lockdown dei non vaccinati la curva epidemica continua a salire sfondando il muro dei cento nel calcolo dell’incidenza settimanale dei casi ogni 100mila abitanti, che in sette giorni passa da 98 a 125 L’Rt passa invece da 1,21 a 1,23. In leggero aumento e sopra la soglia epidemica l’indice di trasmissibilità basato sui casi di ricovero ospedaliero che da 1,09 passa a 1,15.
Scontato il passaggio in giallo da lunedì del Friuli Venezia Giulia, dove il tasso di occupazione dei posti letto superano entrambi i valori soglia del 10% in terapia intensive e del 15% nei reparti di medicina ( è al 16 e al 19,5%), mentre galleggia proprio su quei valori l’Alto Adige (16,2 e 10%). Il Veneto è un’altra regione ad alto rischio a causa di un’impennata dei contagi. La decisione ultimi spetta comunque al Ministro Speranza che dovrebbe oggi firmare l’ordinanza sui cambi di colore. In forte aumento da 15.773 a 23.971 il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione, indice di difficoltà del contact tracing a spegnere sul nascere i nuovi focolai.

A certificare che la quarta ondata continua a montare anche in Italia è il monitoraggio settimanale a cura dell’Iss all’esame stamane della cabina di regia.

Per la quinta settimana consecutiva aumentano a livello nazionale i nuovi casi settimanali (+27%) con una media giornaliera più che quadruplicata se si confrontano i 2.456 contagi che si registravano il 15 ottobre con i 9.866 registrati il 23 novembre. Lo rileva il monitoraggio della Fondazione Gimbe relativo alla settimana 17-23 novembre 2021, rispetto alla precedente. L’aumento interessa, con ampie variazioni, tutte le regioni salvo la Basilicata e trascina verso l’alto le curve sul fronte ospedaliero: i ricoveri con sintomi crescono del 15,8% (4.597 rispetto a 3.970) e le terapie intensive del 16,4% (560 rispetto a 481).
L’aumento della circolazione virale è ben documentato dall’incremento sia del rapporto positivi/persone testate (da 3,6% a 14,7%). In aumento anche i decessi: 437 negli ultimi 7 giorni (di cui 25 riferiti a periodi precedenti), con una media di 62 al giorno rispetto ai 57 della settimana precedente.

In 18 Province si contano oltre 150 casi Covid per 100.000 abitanti: Trieste (674), Gorizia (492), Bolzano (442), Forlì-Cesena (311), Padova (274), Rimini (249), Aosta (248), Ravenna (214), Treviso (213), Venezia (213), Vicenza (200), Pordenone (186), Udine (183), Fermo (172), Ascoli Piceno (166), Belluno (162), La Spezia (162) e Imperia (160).

Sale, anche se la situazione resta sotto controllo, la pressione sugli ospedali. In termini assoluti, il numero di pazienti Covid in area medica è passato da 2.371 del 16 ottobre a 4.597 del 23 novembre 2021 (+93,9%) e quello nelle terapie intensive da 338 del 25 ottobre a 560 del 23 novembre 2021 (+65,7%).
A livello nazionale, in base al monitoraggio Agenas, al 25 novembre, il tasso di occupazione è dell’8% in area medica e del 6% in area critica, con notevoli differenze regionali: per l’area medica superano la soglia del 15% Provincia Autonoma di Bolzano (16%) e Friuli-Venezia Giulia (18%) che con il 14% supera anche quella del 10% per l’area critica.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *