Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Covid, fra 24 ore in Sicilia le 54.990 dosi settimanali: la Regione crea una task force

A 24 ore dall’arrivo della prima tranche settimanale da 54.990 dosi di vaccino anti-Covid, la Regione istituisce una taskforce per le vaccinazioni. A guidare il gruppo di lavoro sarà il dottore Mario Minore, responsabile dell’unità di Gestione emergenza urgenza territoriale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani. Sarà composto da una ventina di esperti che in tutte le nove province coordineranno le varie fasi della campagna vaccinale.

Covid, polemica sui vaccini: “A Palermo si sono vaccinati primari di Radiologia e di reparti non in prima linea”

L’organismo, costituito con un decreto dell’assessore alla Salute, Ruggero Razza, prevede un collegamento diretto con il Dipartimento regionale attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico dell’assessorato della Salute e con le aziende del sistema sanitario regionale.

Covid, la provocazione del docente: “Licenziare i medici no-vax”

La campagna vaccinale va avanti: sono attese per domani 54.990 dosi di farmaco anti-covid che raggiungeranno tutto il territorio regionale per proseguire le somministrazione ai cittadini che rientrano già nel target previsto dal Piano nazionale. Il carico, una volta nell’Isola, verrà dapprima smistato nei punti di stoccaggio con i frigoriferi a meno 80° individuati dall’assessorato alla Salute, quindi distribuito nei vari centri di somministrazione allestiti in tutte le Aziende sanitarie siciliane.

Il “regalo” del Covid: l’influenza non c’è più, mascherine e distanze azzerano i contagi

Saranno da subito tutti i professionisti che stanno operando nei reparti covid siciliani ad essere vaccinati, a seguire il personale dei pronto soccorso dell’Isola, quello dell’emergenza urgenza territoriale 118, le Usca, i lavoratori che prestano servizio in ambito ospedaliero ed operatori e ospiti delle residenze per anziani.

Intanto è stata completata la fase iniziale avviata a Palermo, in concomitanza con il resto d’Europa, con il V-day: oltre ai 90 cittadini (fra cui 25 ospiti di una rsa) che hanno ricevuto il farmaco, sono stati seicento i siciliani ai quali è stata somministrata la dose del vaccino anti covid. Si tratta di dipendenti di tutte le aziende sanitarie dell’Isola che sono stati inoculati nei quattro centri allestiti presso gli ospedali palermitani Civico, Villa Sofia, policlinico Giaccone e la struttura dell’Asp di Palermo, Villa delle Ginestre.

Ma nelle rsa è allarme no-vax. Un appello alla maggiore adesione possibile alle vaccinazioni del personale arriva da Francesco Ruggeri, presidente della sezione strutture sociosanitarie di Sicindustria, la più rappresentativa del settore: “Quando si sceglie di dedicare la propria vita alla cura e alla tutela degli altri, bisogna poi fare scelte conseguenti. Per il personale sanitario, in piena pandemia, il vaccino è quindi un obbligo morale, che spero diventi presto anche giuridico”. Secondo Ruggeri, presidente anche di una rsa a Palermo, la vaccinazione è necessaria per il ritorno alla normalità: “L’interesse collettivo viene sempre prima di quello del singolo. Per quanto riguarda, in particolare, le strutture socio-sanitarie, l’avere visto tante persone fragili morire per la diffusione del Covid dovrebbe già di per sé essere una motivazione adeguata a spingere il personale a vaccinarsi per proteggere coloro che hanno affidato loro il bene più prezioso, ossia la salute, la cui tutela non può essere seconda neanche alla libera scelta di non curarsi. Per questo considero il vaccino un prerequisito indispensabile a svolgere attività sanitarie e auspico una risposta collettiva positiva da parte di tutto il nostro personale”.

Sicindustria stima che in seguito alla pandemia le rsa hanno perso il 60 per cento dei loro pazienti, sia per il contingentamento dei ricoveri prescritto per legge sia per la fuga degli ospiti e la diffidenza delle famiglie preoccupate di fronte al rischio di un eventuale contagio.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *