Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Cosa c’è nella Manovra: cartelle, disturbi alimentari e case occupate, mobili, tavolini, Superbonus

Le votazioni sono cominciate dopo le 2

Dopo una lunga giornata all’insegna di ripetuti rinvii e slittamenti, la Commissione Bilancio del Senato si è riunita e ha avviato l’esame degli emendamenti sottoponendo al voto un pacchetto con circa 150 riformulazioni


Gli emendamenti alla Manovra approvati nella notte prevedono, tra le altre cose, il via libera all’innalzamento del tetto del bonus mobili da 5mila euro a 10mila euro; il rinvio di due anni l’entrata in vigore del regime Iva per il terzo settore; Lo sgravio contributivo al 100% a favore delle micro imprese per i contratti di apprendistato di primo livello per i giovani under 25; fondi per le case occupate abusivamente; il rinvio della tassa sui tavolini; estensione del Superbonus nelle aree colpite dal sisma.
 
Cartelle esattoriali, 180 giorni in più
“Stiamo depositando l’emendamento per la proroga dei termini del pagamento delle cartelle notificate dal primo gennaio al 31 marzo 2022 per 180 giorni, in luogo dei 90 giorni ordinari”. Lo annuncia il sottosegretario all’Economia, Federico Freni, a margine dei lavori della commissione Bilancio del Senato.

Fondo di solidarietà per i proprietari di case occupate abusivamente
Con la manovra arriva un fondo di solidarietà da 10 milioni di euro per il 2022 a favore dei proprietari di immobili residenziali non utilizzabili perché occupati abusivamente. Lo prevede un emendamento riformulato, approvato dalla commissione bilancio del senato. Un impegno in questo senso era stato richiesto al governo da parte di fratelli d’italia. Secondo la norma, le modalità di attuazione saranno dettate con decreto del ministero dell’interno, di concerto con quello della giustizia e con quello dell’economia, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio.

Via libera alla proroga fino al 2025 del Superbonus 110% in area sisma
Con la manovra arriva la proroga del Superbonus fino al 2025 per gli interventi edilizi nelle aree colpite dal terremoto negli ultimi anni, come la città di L’Aquila e i tanti borghi del Centro Italia. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione bilancio del senato, che consente la detrazione del 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025 per gli interventi nei territori dei comuni colpiti dagli eventi sismici. 

Rinviato il capitolo Superbonus
È arrivato poco prima delle 6 del mattino in commissione bilancio al senato il fascicolo di emendamenti che comprende anche la riformulazione del Superbonus al 110%. Il testo, però, è stato subito accantonato su richiesta della maggioranza per valutazioni da approfondire, come si apprende da fonti parlamentari. Secondo alcune ricostruzioni, la riformulazione del Superbonus non è quella concordata fra governo e maggioranza.

Tassa sui tavolini
La Manovra prevede lo stop alla tassa sui tavolini per i primi tre mesi del 2022: è stato infatti approvato dalla commissione bilancio del senato l’emendamento riformulato, su cui hanno trovato un’intesa maggioranza e governo. Si tratta dell’azzeramento nel primo trimestre del Cup (canone unico patrimoniale, vale a dire l’ex Tosap/Cosap) e vale anche per i commercianti ambulanti.

Disturbi alimentari
Via libera al fondo da 25 milioni di euro per il biennio 2022/23 per il contrasto dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione. Lo annuncia la sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento, Caterina Bini, spiegando che è stato approvato un emendamento alla manovra che stabilisce che i disturbi alimentari entreranno a far parte dei Lea (Livelli Essenziali di Assistenza) in una specifica area e non più inseriti nella salute mentale.

Incremento fondo Spettro Autistico
Via libera della Commissione Bilancio del Senato all’emendamento alla manovra che prevede l’incremento del fondo per la cura dei soggetti con disturbo dello spettro autistico. Lo annuncia in un tweet la sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento, Caterina Bini. La cifra stanziata è di 27 milioni di euro.

Iva e terzo settore
Via libera della commissione Bilancio del Senato all’emendamento che rinvia di due anni, fino al 2024, l’entrata in vigore del regime Iva per il terzo settore. Lo annuncia su Facebook il responsabile economico del Pd, Antonio Misiani.

Fondi per reddito di libertà e parità di genere
È stato approvato l’emendamento alla manovra “che incrementa di 5 milioni le risorse per i diritti e le pari opportunità”, ovvero il reddito di libertà stanzia “3 milioni per il fondo per le attività di formazione propedeutiche all’ottenimento della certificazione di parità di genere”, secondo quanto annuncia in un tweet la sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento e senatrice Pd, Caterina Bini.

Sgravio contributi 100% per contratti di apprendistato
Via libera della commissione Bilancio del Senato allo sgravio contributivo al 100% per tre anni a favore delle micro imprese per i contratti di apprendistato di primo livello per giovani under 25. La norma prevede un’esenzione per tre anni per i contratti di apprendistato di primo livello firmati nel 2022 dalle piccole imprese fino a 9 dipendenti.

Bonus mobili
L’emendamento approvato in Commissione prevede all’innalzamento del tetto del bonus mobili da 5mila euro a 10mila euro.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *