Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Coronavirus Roma, a manifestazioni di ieri senza mascherine: 90 multe

Nel caso di ulteriori violazioni alle normative si procederà con la denuncia all’autorità giudiziaria. Nel frattempo oggi in Lazio sono stati registrati 371 casi su quasi 13mila tamponi

Sono circa 90 le persone identificate dalle forze dell’ordine ieri durante le manifestazioni a Roma (FOTO) perché non indossavano la mascherina. Saranno tutti multati, secondo quanto si apprende. Nel caso di ulteriori violazioni alle normative si procederà con la denuncia all’autorità giudiziaria. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI – MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO)

16:45 – D’Amato: “Da domani nuovi drive in”

“Da domani nuovi drive-in su prenotazione della Asl Roma 1 presso il Cristo Re (pedonale) e IDI. Sempre da domani Tarquinia, Ladispoli, Gaeta, Labico e Monterotondo Scalo. Martedì quello di Albano e mercoledì Civita Castellana”. Così l’asssessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.”Si sta approntando anche una linea dedicata ai più fragili che avranno un fast track previa prenotazione – prosegue -. A regime grazie anche alla possibilità di fare il tampone rapido anche dai medici di famiglia che manifesteranno interesse, la rete di sorveglianza risulterà fortemente potenziata. Accanto ai 65 laboratori privati autorizzati che possono fare i tamponi a risposta rapida”.

16:43 – In Lazio 371 nuovi contagi

“Su quasi 13 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 371 casi, 4 decessi e 30 guariti”. Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.”Nel Lazio per il secondo giorno consecutivo dati in leggera flessione ma non bisogna abbassare la guardia, occorre essere rigorosi nei comportamenti – prosegue l’assessore -. I drive-in migliorano le prestazioni grazie anche al potenziamento della rete”.

16:19 – Roma, volevano evitare controlli mascherine: 4 denunce

A Roma sono oltre 30 le irregolarità riscontrate dalla polizia locale sul mancato uso della mascherina e il rispetto del distanziamento sociale, con 14 locali diffidati a seguito di anomalie sull’eccessiva presenza di persone all’interno. In diversi casi è stata necessaria la sospensione temporanea dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. Quattro le persone denunciate nell’area del Centro Storico per resistenza a Pubblico Ufficiale dopo aver tentato di sottrarsi ai controlli da parte degli agenti. Anche in questo fine settimana la Polizia Locale di Roma Capitale ha posto particolare attenzione ai quartieri interessati dal fenomeno della “movida” con verifiche e presidi fissi delle pattuglie che hanno eseguito, quando necessario, chiusure temporanee per la formazione di assembramenti.

12:52 – Lo Spallanzani: “177 positivi ricoverati, finora 830 dimessi”

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 177 pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2. Di questi, 23 pazienti necessitano di terapia intensiva, quelli dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono, a questa mattina, 830. È quanto emerge dal bollettino di oggi dell’istituto.

11:29 – Regione Lazio: “Migliora situazione code drive-in”

“La situazione delle attese ai drive-in regionali (per i tamponi, ndr) è in deciso miglioramento”. Lo comunica l’Unità di crisi COVID-19 della Regione Lazio annunciando: “Da oggi monitoraggio quotidiano dei tempi d’attesa”. “Al drive in lunga sosta di Fiumicino – prosegue l’Unita’ di crisi regionale – situazione scorrevole. Auto in coda nei drive in aggiornato alle ore 10: Asl Roma 1: Labaro 27, San Giovanni 60 (e 6 persone in fila al drive in pedonale), Santa Maria della Pietà 65; Asl Roma 2: Togliatti 180, Odescalchi 20, Campus Biomedico 89, Istituto Zooprofilattico 40, Torre Spaccata 35; Asl Roma 3: Forlanini 70, Casal Bernocchi 90; Latina e Genzano nessuna auto in attesa”.

11:18 – Roma, multate 90 persone senza mascherina durante manifestazioni di ieri

Sono circa 90 le persone identificate dalle forze dell’ordine ieri durante le manifestazioni a Roma perché non indossavano la mascherina. Saranno tutti multati, secondo quanto si apprende. Nel caso di ulteriori violazioni alle normative si procederà con la denuncia all’autorità giudiziaria.

Ieri nella Capitale si sono svolte diverse manifestazioni. Tra queste a Bocca della Verità c’è stato un sit-in contro la “dittatura sanitaria”, a cui hanno partecipato i gilet arancioni e Forza Nuova, e a piazza San Giovanni la “Marcia della Liberazione”. Qui più volte gli organizzatori dal palco hanno invitato al rispetto delle regole anti Covid ribadendo che non era “una manifestazione no mask né sì mask”. Un invito, però, che non è stato accolto da tutti i partecipanti. Molti quelli che non hanno indossato la mascherina.

8:11 – Nel Lazio 384 casi su oltre 14mila tamponi

Nel Lazio 384 casi su oltre 14mila tamponi. I decessi registrati ieri sono stati sei, i guariti 59. “Nel Lazio diminuiscono lievemente i casi positivi con un elevato numero di tamponi e le terapie intensive sono senza nuovi ricoveri. Le prossime settimane saranno decisive. Roma e il Lazio stanno tenendo meglio di altre realtà, ma non bisogna abbassare la guardia. La rete ospedaliera, pur sotto pressione, al momento sta rispondendo alle esigenze”. Lo ha detto l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “L’Istituto Spallanzani – prosegue la nota- è al 60% della capacità. Attivati 500 posti di strutture alberghiere assistite per i casi clinicamente guariti e per chi non ha modo di svolgere la quarantena. La priorità è contenere il virus e lavorare sui tracciamenti”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *