Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Coronavirus in Italia, il bollettino: nuovo record dei tamponi, mentre scendono i nuovi contagi (1444). Cinque persone in più in terapia intensiva

Lieve calo dei contagi da coronavirus in Italia: sono 1.444 (contro i 1.462 di ieri) nelle ultime 24 ore. Un dato ancora più positivo considerando che è stato registrato un nuovo record dei tamponi che sfiorano quota 100 mila (sono 99.108). Una sola vittima, invece, dopo le 9 di ieri (sono 35.473). Cresce di cinque unità il numero di persone ricoverate in terapia intensiva (sono 79).

Anche oggi nessuna regione fa registrare zero nuovi casi nelle ultime 24 ore. In testa per positivi trovati di nuovo la Lombardia con 289, seguita dalla Campania con 188, dal Lazio con 171, a 151 il Veneto, Emilia Romagna a 149. La Toscana ne fa registrare 92, il Piemonte 90, la Sardegna 70, la Puglia 65. 

Lombardia
Oggi in Lombardia sono stati registrati 289 casi di coronavirus, di cui 38 ‘debolmente positivi’ e 9 a seguito di test sierologico, e zero morti. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi restano 16.860. I tamponi effettuati sono 18.701 (totale complessivo: 1.574.104), mentre i guariti/dimessi 98 (totale è di 76.200, di cui 1.266 dimessi e 74.934 guariti. I pazienti in terapia intensiva salgono di una unità (totale 18), mentre i ricoveri di 13 (185). Questi i dati giornalieri sull’epidemia giornaliere di coronavirus, forniti dalla Regione Lombardia. Ieri, a fronte di 19.721 tamponi effettuati, erano stati registrati 316 positivi e 3 morti.

La mappa in timelapse del contagio coronavirus in Italia: tutti i numeri, regioni e città colpite

Liguria
In Liguria si sono registrati 47 nuovi positivi al covid. E’ quanto emerge dal bollettino di Regione Liguria sulla base del flusso di dati tra Alisa e il ministero. I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 1.936. Un paziente è ricoverato in terapia intensiva, portando a 30 gli ospedalizzati. Restano per fortuna a quota zero i decessi. I nuovi contagi sono per lo più legati a tamponi esaminati nella Asl 3 genovese e nell’Asl 5 spezzina, che registrano rispettivamente 15 e 23 positivi. In Asl 3 i positivi sono contati di casi (6) o emersi per screening (8, un altro positivo è rientrato da altra regione). Tra i 23 dell’Asl 5 20 sono contatti di casi.

Friuli-Venezia-Giulia

Le persone attualmente positive al coronavirus in Friuli Venezia Giulia sono 356 (2 piu’ di ieri). Nessun paziente risulta in cura in terapia intensiva, mentre 15 sono ricoverati in altri reparti. Non si sono registrati nuovi decessi (348 in totale). Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Oggi sono stati rilevati 20 nuovi contagi; quindi, analizzando i dati complessivi dall’inizio dell’epidemia, le persone risultate positive al virus sono 3.748: 1.476 a Trieste, 1.182 a Udine, 823 a Pordenone e 257 a Gorizia, alle quali si aggiungono 10 persone da fuori regione. I totalmente guariti ammontano a 3.044, i clinicamente guariti sono 8 e le persone in isolamento 333. I deceduti sono 197 a Trieste, 77 a Udine, 68 a Pordenone e 6 a Gorizia. 

Cosa si prova fisicamente quando si è infetti da coronavirus: dal contagio alla guarigione

Emilia-Romagna
Su oltre 10mila tamponi effettuati, sono 149 in piu’ rispetto a ieri i positivi al coronavirus in Emilia Romagna, di cui 78 asintomatici (31.696 casi di positivita’ da inizio epidemia. Nessun decesso: le persone in isolamento a casa sono complessivamente 2661 (+143 rispetto a ieri), il 96% dei casi attivi. Sono 10 (+1) i pazienti in terapia intensiva 98 quelli ricoverati negli altri reparti Covid (+4 rispetto a ieri). Questi i principali dati sul coronavirus registrati alle 12 di oggi in Emilia Romagna.
Dei 149 nuovi casi, 65 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 64 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono invece 24 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è pari a 22. L’età media dei nuovi positivi oggi è 34,9 anni. Su 78 nuovi asintomatici, 27 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 41 grazie all’attività di contact tracing, 3 casi sono emersi dai test pre-ricovero e di 7 non e’ ancora nota l’origine. Per quanto riguarda la situazione sul territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (23), Ravenna (20), poi a Cesena (20) e in quella di Piacenza (18). In provincia di Bologna su 23 nuovi casi, 9 riguardano tracciamento di contatti di casi noti, 7 sono persone di rientro dalla Sardegna e 1 dall’Abruzzo. I casi di rientro dall’estero sono 4 (1 da Spagna, 1 dall’Ucraina, 1 dalla Croazia e 1 dalla Grecia), 1 è riconducibile a persone con sintomi, 1 è un caso sporadico. 

Toscana
Altri 92 casi di coronavirus in Toscana (età media 37 anni), ma solo cinque sono quelli in rientro dall’estero mentre 20 provengono da altre regioni. Così il report giornaliero della Regione nelle ultime 24 ore, in cui non c’è stato nessun decesso (totale resta a 1.141). Nel complesso in Toscana ci sono stati 11.687 casi di positività finora al Covid, mentre gli attualmente positivi sono oggi 1.421 (+5,3%) di cui 1.372 curati a casa e 49 ricoverati in ospedali (-2), dove sono saliti a cinque i pazienti in terapia intensiva per il peggioramento delle condizioni di uno di loro in degenza. I guariti salgono a quota 9.125 persone di cui 133 clinici, in corso di negativizzazione spariti i sintomi, e 8.992 virali (doppio tampone negativo). Ci sono 3.543 persone negative (+185 unità, +5,5% su ieri) ma anch’esse isolate in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Coronavirus, il matematico Sebastiani del CNR: “Crescono le terapie intensive, un nuovo lockdown sarebbe solo colpa nostra”

Lazio
Su 13 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 171 casi di questi 103 sono a Roma e zero decessi. Si conferma una prevalenza dei casi di rientro (circa 60%) e con link dalla Sardegna (circa 40%)”. l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. 

“Nella Asl Roma 1 sono 32 i casi nelle ultime 24h e di questi sedici i casi di rientro, quattordici con link dalla Sardegna, uno dalla Spagna e uno dalla Grecia. Otto sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 2 sono 55 i casi nelle ultime 24h e tra questi ventisei i casi di rientro, diciassette con link dalla Sardegna, due dalla Sicilia, due dal Molise, uno dalla Campania, uno dall’Abruzzo, uno dalla Grecia, uno dalla Croazia e uno dalla Francia. Sono otto i casi positivi già in isolamento. Nella Asl Roma 3 sono 16 i casi nelle ultime 24h e tra questi dodici sono di rientro, dieci con link dalla Sardegna, uno dalla Puglia e uno dalla Sicilia. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 4 sono 8 i casi nelle ultime 24h e tra questi tre con link dalla Sardegna e cinque sono contatti di casi già noti e isolati.

Nella Asl Roma 5 sono 7 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quattro casi con link dalla Sardegna, uno dalla Sicilia e uno da Tenerife (Spagna). Nella Asl Roma 6 sono 16 i casi nelle ultime 24h e di questi nove con link dalla Sardegna, uno dalla Sicilia, due dall’India e uno dalla Campania. Due sono contatti di casi già noti e isolati. Nelle province si registrano 37 casi e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono diciotto i casi di rientro, sei con link dalla Sardegna, uno dall’Argentina, uno dalla Spagna, uno dall’India, uno dall’Albania, uno dalla Romania, uno dalla Toscana e uno dalle Marche. Quattro casi hanno link con un cluster noto e isolato. Nella Asl di Frosinone si registrano dieci casi e di questi uno con link dalla Sardegna, sei dalla Puglia e uno dall’Emilia-Romagna. Nella Asl di Viterbo sono cinque i casi e si tratta di un caso con link dalla Sardegna e quattro contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Rieti sono quattro i casi e sono tutti con link dalla Sardegna”, aggiunge D’Amato.

Coronavirus, usare la mascherina sui mezzi pubblici è fondamentale: la simulazione è inquietante

Sardegna
Sono 2.092 i casi di positivita’ al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unita’ di crisi regionale si registrano 70 nuovi casi, 65 identificati in seguito all’attivita’ di screening e 5 per sospetto diagnostico. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. In totale sono stati eseguiti 133.400 tamponi, con un incremento di 1.796 test eseguiti rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono invece 24 (uno in piu’ rispetto al bollettino di ieri) i pazienti ricoverati in ospedale. Invariato il numero di pazienti in terapia intensiva, due attualmente. Le persone in isolamento domiciliare sono 665. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.263 pazienti guariti (+1 rispetto al precedente bollettino), piu’ altri 4 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 2.092 casi positivi complessivamente accertati, 378 (+16) sono stati rilevati nella Citta’ Metropolitana di Cagliari, 215 (+3) nel Sud Sardegna, 65 (+1) a Oristano, 122 a Nuoro, 1.312 (+50) a Sassari. 

Coronavirus: le attività quotidiane che ci mettono più a rischio contagio secondo i medici Usa

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *