Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Coronavirus, in Italia 1.597 nuovi casi e 10 decessi. Il rapporto tra nuovi contagi e tamponi sale all’1,69%

i dati della pandemia

In totale il numero di dimessi e guariti è di 211.885

Vaccino, “lo stop di AstraZeneca dimostra l’importanza dei test”

In totale il numero di dimessi e guariti è di 211.885


3′ di lettura

I DATI DEL CONTAGIO

Loading…

Sono 1.597 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nella giornata di giovedì 10 settembre. Un numero superiore ai 1.434 di mercoledì e che porta il totale dei casi a livello nazionale dall’inizio della pandemia a 283.180. Dieci, invece, i nuovi decessi, per un numero di morti totale che sale a 35.587.

Il numero di tamponi nella giornata di giovedì risulta di 94.186, leggermente meno rispetto al giorno precedente (erano stati oltre 95mila): il rapporto tra nuovi contagi e tamponi eseguiti è quindi dell’1,69% (il giorno precedente era dell’1,49%). Con il dato del 10 settembre, il numero totale di tamponi effettuati in Italia sfiora ormai i 9,5 milioni e i casi testati sono prossimi ai 5,7 milioni.

I ricoveri in terapia intensiva salgono a 164

I ricoverati con sintomi passano dai 1.778 di mercoledì 9 settembre ai 1.836 di giovedì. Per quanto riguarda le persone in terapia intensiva, queste sono ora 164, mentre erano 150 il giorno precedente: un dato quindi in crescita, anche se estremamente distante dai picchi registrati nel periodo peggiore della pandemia. Sono invece 33.708 le persone in isolamento domiciliare, rispetto 32.806 del giorno prima: un incremento di 902 soggetti.

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Loading…

Allo Spallanzani 80 pazienti ricoverati positivi

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 80 pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2. 6 pazienti necessitano di terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono, a questa mattina, 655.

Trentino, decine di casi in focolai aziende

Alcune decine di casi di persone positive al coronavirus sono stati accertati nelle ultime ore in Trentino grazie alla scoperta di alcuni focolai scoperti in aziende locali. Le indagini epidemiologiche attivate dalle autorità sanitarie di Provincia e Azienda sanitaria hanno confermato i sospetti di una ulteriore diffusione del virus veicolato da lavoratori impiegati in una filiera che coinvolge più di una realtà aziendale I soggetti positivi individuati risultano privi di sintomi.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *