Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Coronavirus: in 24 ore 481 decessi e 21.932 positivi con 331.154 tamponi

Coronavirus

Emergenza Covid-19 in Italia

Superate le 110mila vittime. Rt pari a 0,98. Il tasso di positività è 6,6%


La situazione aggiornata in Italia e nel mondo

Sono 21.932 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 23.649. Sono invece 481 le vittime in un giorno (ieri 501). Dall’inizio della pandemia i contagi nel nostro Paese sono 3.629.000. Lo comunica il ministero della Salute.

I  test eseguiti sono 331.154, tra molecolari e antigenici. Il tasso di positività è 6,6%, invariato rispetto a 24
ore fa. 

Sono 3.704 le terapie intensive per Covid in Italia, 23 in più rispetto a ieri. Ammontano a 28.704 i ricoveri ordinari, 245 in meno nelle ultime 24 ore.

In totale i casi da inizio epidemia sono 3.629.000, i morti 110.328. Gli attualmente positivi sono 565.295 (+1.816 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 2.953.377 (+19.620), in isolamento domiciliare ci sono 532.887 persone (+2.038). 

La Regione con più casi giornalieri è la Lombardia (+3.941), seguita da Campania (+2.057), Puglia (+2.044), Piemonte (+1.942), Lazio (+1.918) e Emilia Romagna (+1.830). I contagi totali sono 3.629.000. 

Lombardia
Sono 3.941 i nuovi positivi al Covid-19 in Lombardia, il 6,8% dei 57.421 tamponi processati nelle ultime 24 ore. I decessi sono 97, con il totale in un anno che sale a 30.959. Diminuiscono per il secondo giorno consecutivo i ricoverati in terapia intensiva (-3, 857 letti occupati) e nei reparti (-120, 6.703 pazienti in totale). Sono 3.221 i guariti-dimessi, 616.293 da inizio pandemia di cui 6.068 dimessi e 610.225 guariti dal Covid-19. Milano con 1.273 nuovi positivi si conferma la provincia più colpita, 537 casi a Milano città. Segue Brescia a 656 e Monza e Brianza 389. 

Campania
Sono 2.057 i positivi del giorno in Campania, di cui 722 sintomatici, il 35% del totale dei nuovi casi. Questi i dati forniti dall’unità di crisi regionale. I tamponi molecolari processati sono 18.513, pertanto la percentuale dei positivi sui tamponi è all’11%. I deceduti sono 57, 26 nelle ultime 48 ore, mentre i guariti sono 2.979. Dall’inizio dell’emergenza Covid in Campania sono morte 5.475 persone, mentre 244.359 sono guarite. Calano ancora i ricoveri. In terapia intensiva ci sono 155 pazienti, cinque meno di ieri, su 656 posti letto disponibili. Sono invece 1.558, otto meno di ieri, i posti letto di degenza occupati su 3.160 posti complessivamente disponibili.

Puglia
L’Rt si abbassa sino a 1.09, ancora sopra la soglia di allerta che è pari a 1. Ma in Puglia il “rischio pandemico” resta nel livello “alto”. La Puglia è tra le quattro regioni italiane che riporta anche “molteplici allerte di resilienza”. E’ soprattutto la tenuta degli ospedali a preoccupare: oggi si registra il record di pazienti Covid ricoverati, sono 2.142, mai così tanti da marzo 2020, +27 rispetto a ieri. Non accennano a calare nemmeno i contagi, anche se oggi, rispetto a ieri, la percentuale dei positivi sui tamponi processati si è abbassata. Su 14.031 test sono stati registrati, difatti, 2.044 casi positivi. In tutto in Puglia hanno perso la vita 4.873 persone. Sono 143.805 i pazienti guariti mentre ieri erano 142.501 (+1.304). Salgono a 48.747 i casi attualmente positivi, +715 in un solo giorno. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza è di 197.425.

Piemonte
L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.942 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 192 dopo test antigenico), pari al 13% dei 14.884 tamponi eseguiti, di cui 5.148 antigenici. Dei 2.584 nuovi casi, gli asintomatici sono 765 (39,4%).I casi sono 261 di screening, 1.132 contatti di caso, 549 con indagine in corso, 37 in Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 110 in ambito scolastico e 1.795 tra la popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 317.834.

I ricoverati in terapia intensiva sono 378 (+2 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 3.864 (-23 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 30.127. I tamponi diagnostici finora processati sono 3.794.450 (+14.884 rispetto a ieri), di cui 1.367.151 risultati negativi. Sono 63 i decessi.

Lazio
Oggi su oltre 15 mila tamponi nel Lazio (-1.720) e oltre 19 mila antigenici per un totale di oltre 34 mila test, si registrano 1.918 casi positivi (+80), 43 decessi (+10) e +1.782 guariti. Aumentano i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 12%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale è al 5%. I casi a Roma città sono a quota mille. Lo rende noto l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, che sottolinea: “Valore Rt si conferma a 0.98. Tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva Covid 40%. Tasso di occupazione dei posti letto di area medica Covid 47%. L’incidenza è a 207 casi per 100 mila abitanti”. 

Emilia Romagna
I nuovi positivi in Emilia-Romagna oggi sono stati 1.830, mentre i morti sono stati 56. Continua il trend positivo per il calo dei ricoveri (-46) e confermato il superamento delle 900mila dosi di vaccino somministrate: 916mila. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in regione si sono registrati 339.440 casi di positività. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 30.248 e la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6%. I morti sono stati 56. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.040.

Toscana
In Toscana sono 198.645 i casi di positività al coronavirus, 1.640 in più rispetto a ieri. I guariti crescono dello 0,8% e raggiungono quota 164.563 (82,8% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 18.134 tamponi molecolari e 12.333 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,4% è risultato positivo. Sono invece 11.292 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 28.676, +0,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.861 (12 in più rispetto a ieri), di cui 274 in terapia intensiva (9 in più). Oggi si registrano 26 nuovi decessi.

Veneto
Sono 1.567 i nuovi casi di contagio da Coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore, con un’incidenza del 3,92% sui 39.925 tamponi effettuati. Lo ha riferito oggi il presidente regionale Luca Zaia. Il totale dei contagi dall’inizio della pandemia è di 386.038. Gli attuali positivi sono 37.999. Si registrano 29 decessi, con il totale a 10.682. Nei rerparti ordinari sono ricoverati 1.931 pazienti, 13 in meno rispetto a ieri; in terapia intensiva i ricoverati sono 299 (+1).

Sardegna: 14 comuni in zona rossa
Salgono a 14 i comuni sardi in zona rossa con l’entrata in vigore del lockdown a Sennariolo, nell’oristanese. Il sindaco Gianbattista Ledda, vista l’impennata di casi negli ultimi giorni, ha decretato la zona rossa a causa della percentuale dei contagiati che sfiora il 10%. Sennariolo, uno dei più piccoli comuni della Sardegna con 160 abitanti e 14 positivi, è il secondo paese della provincia di Oristano, dopo Samugheo, a finire in zona rossa su decisione del sindaco.

In Sardegna i nuovi casi di Covid sono 473, cui si aggiungono altri due decessi, che portano a 1.240 il bilancio delle vittime da marzo 2020 e a 46.327 le diagnosi di positività dall’inizio dell’emergenza.

Nuova variante
È stato depositato oggi, sui database internazionali, il sequenziamento completo del genoma di una nuova variante del Coronavirus scoperta nel laboratorio Cerba HealthCare di Milano dalla taskforce coordinata dal virologo Francesco Broccolo, dell’Università degli Studi Milano Bicocca. “Al momento – fanno sapere i ricercatori – la nuova variante non sembra essere più contagiosa o più letale rispetto alle altre varianti del virus Sars-Cov-2 conosciute”. L’equipe di Broccolo aveva osservato all’inizio di marzo una combinazione di mutazioni mai riscontrate prima, che comprende caratteristiche delle varianti nigeriana e inglese. Il risultato del sequenziamento dell’intero genoma ha confermato che si tratta di una nuova variante.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *