Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Coronavirus, boom di contagi in un giorno: 3678 casi, quasi mille più di ieri

Nuovi casi in salita ripida. Oggi in Italia si contano ben 3.678 nuovi casi di Coronavirus, contro i 2.677 di ieri. Era dai giorni bui dell’epidemia, il 12 aprile, che non si vedeva un aumento così importante. E quel che preoccupa è che la crescita di oggi inizia ad assumere valori esponenziali anche se la forte impennata dei contagi è accompagnata da 125 mila tamponi eseguiti in un giorno, oltre 25mila in più di ieri. Crescono anche i decessi, oggi 31, tre più di ieri mentre i ricoveri in più nei reparti di medicina sono 157, quelli in terapia intensiva 18.

Coronavirus, boom di contagi in un giorno: 3678 casi, quasi mille più di ieri

Gli aumenti dei casi sono generalizzati un po’ in tutte le regioni, ma a preoccupare maggiormente sono Campania e Lombardia, entrambe sopra il muro dei 500 contagi, 544 la prima contro i 395 di ieri e 520 la seconda, che 24 ore fa ne contava 350. Anche i numeri del Lazio sono preoccupanti con 357 nuovi casi contro i 275 di ieri.

Raddoppiano i nuovi contagiati da SarvCov2 in Veneto, dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 375 casi positivi contro i 189 casi di ieri, per un totale che arriva così 29.418 dall’inizio dell’epidemia. Due le vittime nelle ultime 24; qui il dato complessivo arriva a 2.200 morti.

La mappa in timelapse del contagio coronavirus in Italia: tutti i numeri, regioni e città colpite

Nuovo balzo di contagi in Toscana, che in un solo giorno passano da 209 a 300, con un aumento dell’1,9% rispetto al giorno precedente. L’età media dei casi odierni è di 40 anni circa (il 22% ha meno di 20 anni, il 25% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 12% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 68% è risultato asintomatico, il 27% pauci-sintomatico. Delle 300 positività odierne, 1 caso è ricollegabile a rientri dall’estero. Il 38% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso. In totale sono 16.273 i casi di positività al Coronavirus da inizio pandemia.

Nuova impennata di casi Covid anche nelle Marche in corrispondenza di aumento di tamponi testati. Sono 84 i positivi al coronavirus rilevati nelle ultime 24ore su 1.524 nuove diagnosi. Ieri si contavano 35 nuovi casi.

Cosa si prova fisicamente quando si è infetti da coronavirus: dal contagio alla guarigione

Quasi raddoppiati i nuovi contagi in Puglia, che in un solo giorno balzano da 106 a 196.

Balzo dei contagi da Covid-19 in Abruzzo: 61 i nuovi casi accertati con i test delle ultime ore contri i 48 di ieri. Per vedere dati tanto elevati bisogna tornare a sei mesi fa, alla metà di aprile, quando l’Italia era in lockdown.

Intanto c’è ancora chi sulla pandemia specula. Un totale di circa 33.000 mascherine e 440.000 guanti sequestrati, sigilli a due aule scolastiche in strutture prefabbricate prive di collaudo e a una Rsa. Questo il bilancio delle ultime operazioni condotte dai Nas a Catania, Milano e Lecce, nell’ambito delle attività di contrasto alla diffusione della pandemia di Covid-19. Mentre la corsa dei contagi da coronavirus continua a salire in modo lento ma costante, prosegue in tutti i settori l’impegno dei Carabinieri del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute. Nell’ambito di questi controlli, il Nas Catania ha individuato il titolare di una ditta di dispositivi medici che aveva fornito ad un ospedale guanti monouso non idonei all’impiego in ambiente sanitario. L’operazione ha portato al sequestro di 440.000 guanti in nitrile e all’individuazione di 3.600 mascherine monouso, con certificazione falsa.

Intanto i casi di coronavirus negli Stati Uniti hanno superato quota 7,5 milioni: lo riporta la Johns Hopkinks University, secondo cui il Paese conta ad oggi 7.500.964 contagi, inclusi 210.886 decessi.

Coronavirus, la curva che mostra a che punto è l’epidemia in Italia

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *