Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Coronavirus: 4.458 nuovi casi in 24 ore, 22 morti, oltre 128mila i tamponi effettuati

Coronavirus

I dati della pandemia in Italia


Guarda i dati aggiornati

Ancora in aumento i contagiati dal Coronavirus in Italia: oggi +4.458 (ieri erano +3.678) e i tamponi sono 128.098. Il numero dei deceduti diminuisce (22 nelle ultime 24 ore).

I ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 3.925, rispetto a ieri +53.

In terapia intensiva sono 358 (+21).  

In isolamento domiciliare 61.669, pari a 3.212 in più rispetto a ieri.

Il totale degli attualmente positivi è di 65.952, rispetto a ieri in aumento di 3.376.

Tra dimessi e guariti si contano 236.363 persone, in aumento di 1.060 unità.

I deceduti sono 22 nelle ultime 24 ore per un totale nazionale di 36.083.

I casi totali sono 338.398 (+4.458).

I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 128.098 per un totale di 12.197.500.

La Regione Basilicata segnala che 2 casi positivi odierni e segnalati nel computo totale dei nuovi casi si riferiscono a residenti in isolamento in Puglia che hanno utilizzato per l’esecuzione e la diagnosi di Sars Cov-2 laboratori accreditati della Regione Basilicata.

La Regione Sicilia segnala che dei 259 nuovi positivi, si rileva un migrante.

La Regione Umbria segnala che i casi testati di ieri erano 130.552 e non come erroneamente digitato 135.552; oggi il dato corretto è quello riportato, ossia 131.965.

In Campania 757 positivi su 7044 tamponi
Ancora un’impennata di contagi da Covid-19 in Campania. Nelle ultime 24 ore sono 757 i positivi facendo salire il totale dei contagi da inizio pandemia a 16.464. Nella giornata di ieri si è registrato anche un decesso e 149 guariti. I dati sono stati comunicati dall’Unità di crisi regionale. I decessi sono, dunque, 470 mentre i guariti in totale 7.044. I tamponi eseguiti 654.892, di cui 9.925 effettuati ieri. Su base regionale, i posti di terapia intensiva disponibili sono 108 e quelli occupati 55. I posti letto in degenza disponibili sono 665 e gli occupati 550. Come programmato, a questi posti letto disponibili si aggiungono, in caso di necessità, quelli della “Fase C” che prevede l’attivazione di 600 posti letto di degenza, 200 di sub-intensiva e 200 di terapia intensiva.

In Lombardia 683 casi e 1 morto, +22 ricoveri
In Lombardia oggi sono stati registrati 683 nuovi casi, di cui 71 ‘debolmente positivi’ e 7 a seguito di test sierologico, e un morto. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi sono 16.979. I tamponi effettuati arrivano a 22.069 (totale complessivo: 2.254.865) con una percentuale del 3% rispetto ai positivi, mentre i guariti/dimessi sono 153 (totale: 82.484, di cui 1.427 dimessi e 81.057 guariti). I pazienti covid in terapia intensiva aumentano di una unità a 41, mentre i ricoverati salgono di 22 (361). Ieri, a fronte di 21.569 tamponi, c’erano stati 520 positivi e 5 morti.

In Veneto 491 casi e 6 decessi in un giorno
Sono 491 i nuovi positivi nella Regione Veneto solo nelle ultime 24 ore, e sono 6 i nuovi decessi. A dirlo è l’ufficio stampa della Regione, secondo i dati forniti dalla Direzione Prevenzione del Veneto al ministero della Salute. Dall’inizio della pandemia da coronavirus i positivi registrati sono 29.909, con 2.206 vittime. Gli attualmente positivi sono 5.083. In isolamento domiciliare ci sono 10.934 persone, delle quali – sottolinea l’ufficio stampa – il 90% è asintomatico.

Nel Lazio 359 nuovi casi, 144 a Roma e 6 decessi
Su oltre 13 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 359 casi e casi e di questi 144 a Roma. 6 i decessi e 81 i guariti. Lo rende noto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Il rapporto tra i positivi e i testati è al 2,7%. A lavoro per ulteriori misure di contenimento nella provincia di Latina come richiesto dalla Asl.

In Puglia 248 nuovi casi e 1 vittima
Oggi in Puglia sono stati rilevati 248 nuovi casi di Covid-19 su 4.754 tamponi. Nelle ultime 24 ore c’è stato anche un decesso in provincia di Taranto portando il numero di vittime totali a 604. Per quanto riguarda il focolaio all’interno dell’ospedale ‘Universo Salute Opera Don Uva’ a Foggia, dove ieri sono stati scoperti 44 positivi, il direttore della Asl di Foggia, Vito Piazzolla, ha comunicato che nella struttura, ad oggi, sono positivi 35 ospiti e 37 operatori. I nuovi positivi sono così divisi per provincia: 175 a Bari, 15 nella BAT, 3 a Brindisi, 27 a Foggia, 10 a Lecce, 17 a Taranto e 1 residente fuori regione. In totale, dall’inizio dell’emergenza, sono stati confermati 8.267 casi e sono stati fatti 440.278 tamponi. I guariti, invece, sono 4.929, 46 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 3.334, di cui 301 ricoverati.  “I casi di positività registrati oggi in provincia di Bari sono riferiti per la maggior parte a contatti stretti di positivi già tracciati in precedenza – ha spiegato il direttore generale della Asl di Bari, Antonio Sanguedolce – Il dipartimento di prevenzione ha poi individuato una serie di cluster: si tratta di istituti scolastici tra Bari e provincia, una Residenza sanitaria per anziani, una casa di cura privata e un gruppo di stranieri presenti sul territorio”.

Lazio: potenziati drive in, arrivati a 38
“Sono già entrati in servizio i primi nuovi drive-in di Priverno e Aprilia (Asl Latina), di Pomezia (Asl Roma 6) e da questo pomeriggio entrerà in funzione anche il drive-in pediatrico del Sant’Andrea con prenotazione al numero 06.33778787. Da sabato pomeriggio entrerà in servizio il drive-in presso l’aeroporto di Guidonia (Asl Roma 5). L’obiettivo è quello di raddoppiare la rete dei drive-in, sia in modalità pedonale che con automobile, in particolar modo sulla città di Roma dove ne sono previsti almeno altri 6 nei prossimi giorni a partire dalle Asl Roma 1 e Roma 2 che sono maggiormente sotto pressione. Tutte le informazioni sulla rete dei drive-in disponibili su SaluteLazio.it, così come tutte le info sui 65 laboratori privati autorizzati ai tamponi rapidi antigenici a tariffa concordata”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio.

Sanità Lazio a medici famiglia: casi sospetti test rapidi
Il numero dei nuovi positivi e dei ricoverati cresce di giorno in giorno e le file ai drive-in sono sempre piu’ lunghe. Per questo motivo l’Unita’ di crisi Covid-19 della Regione Lazio ha dato delle nuove disposizioni ai medici di famiglia e ai pediatri per quanto riguarda le modalita’ di prescrizione dei tamponi. “Con una circolare della Direzione regionale Salute – spiega l’Unita’ di crisi – sono state inoltrate a tutti i direttori generali delle Asl, ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta i chiarimenti operativi per le modalita’ di prescrizione appropriata. Il tampone rapido test antigenico rappresenta lo strumento diagnostico di primo livello in una fase di screening massiva come quella attuale, mentre il test molecolare deve essere dedicato a conferme di eventuali positivita’ al tampone rapido antigenico.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *