Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Conte: “Non manderemo la polizia a casa ma serve molta prudenza”

Coronavirus

Coronavirus

Conferenza stampa a palazzo Chigi sul nuovo Dpcm


“A notte tarda ho firmato il nuovo Dpcm che introduce le nuove misure che ci consentiranno di affrontare la nuova fase della pandemia, la curva epidemiologica sta salendo.  Occorreranno nuovi sacrifici ma così potremo affrontare la nuova fase”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a palazzo Chigi. “Alcuni Paesi versano in condizioni molto critiche l’Italia sta meglio ma non possiamo permetterci distrazioni”, aggiunge.

Puntiamo a evitare lockdown e tutelare economia 
“Le nuove regole” anti contagio”comporteranno sacrifici ulteriori ma siamo convinti che rispettando queste misure potremo adeguatamente affrontare questa nuova fase. Il nostro obiettivo è molto chiaro: evitare di far ripiombare il Paese in un lockdown generalizzato. L’economia sta ricominciando a correre, per tutelare l’economia e insieme la salute dobbiamo rispettare queste regole”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in un punto stampa a Palazzo Chigi.

Non manderemo forze di polizia dentro casa
“Non manderemo le forze di polizia nelle abitazioni private, però dobbiamo assumere comportamenti prudenti per gestire la fase, ha detto il premier.

Party in casa possono essere fonte pericolo
“Dobbiamo migliorare i comportamenti anche in abitazioni private, l’evoluzione della curva si è innalzata soprattutto per dinamiche in ambito famigliare e amicale. Dobbiamo indossare mascherine se ci si avvicina a persone fragili, se si ricevono ospiti e vi invitiamo a limitare il numero di ospiti non più di sei e di non svolgere feste e party in casa, sono situazioni di insidie pericolose”, ha detto Conte.

Stop feste se non legate cerimonie come matrimoni
“I locali chiuderanno alle 24: dalle 21 si potrà solo consumare ai tavoli e non si potrà più consumare fuori per evitare assembramenti. Discoteche e sale da ballo il governo non le ha mai aperte: resteranno chiuse. Nei locali pubblici non saranno più consentite feste a meno che non siano connesse a cerimonie come matrimoni o battesimi e anche in questi casi con il limite di trenta partecipanti”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in un punto stampa a Palazzo Chigi.

Sport da contatto solo per professionisti e dilettanti
“Non saranno consentite partite di calcetto e di basket che tanto ci piacciono, non sarà consentitolo sport da contatto amatoriale mentre proseguirà per le società professionistiche e dilettantistiche che rispettano le linee guida”, ha affermato il premier Giuseppe Conte nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi.

Impegno a non adottare misure Covid sproporzionate
“La nostra linea di azione è sempre la stessa: seguire e monitorare costantemente la curva, monitorare e studiare i dati e poi adottare le misure nel segno dell’adeguatezza e proporzionalità. Misure molto più restrittive sarebbero sproporzionate e rischierebbero di non essere rispettate. Ci impegniamo a non adottare misure più severe di quelle necessarie e tenere sotto controllo la curva. Sono misure mirate analizzando tutti i dati”. Lo dice il premier GiuseppeConte in un punto stampa a Palazzo Chigi.

Le cose nelle scuola vanno abbastanza bene
“Nell’ambito della scuola le cose vanno abbastanza bene, lo diciamo incrociando le dita mentre l’evoluzione peggiore è nell’ambito delle relazioni amicali e familiari. Vogliamo scongiurare un lookdown generalizzato, dobbiamo rispettare le regole e muoverci in modo fiducioso”. Lo afferma il premier Giuseppe Conte nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi.

Nessuna torsione democratica, tuteliamo salute
“Cosa significa torsione della democrazia? Noi abbiamo fatto tutto quello che è necessario fare compatibilmente con la Costituzione per far fronte a una pandemia, noi abbiamo il dovere prioritario di tutelare la vitae la salute dei cittadini oltre a evitare che l’economia vada a rotoli. Le nostre misure sono nel segno dell’adeguatezza e della proporzionalità”. Così il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Sui trasporti situazione critica, monitoriamo
“E’ una situazione sicuramente critica quella dei trasporti perché al di là degli sforzi del contingentamento è chiaro che ci sono momenti di affollamento .Dobbiamo evitarli, continueremo a monitorare la situazione e a investire per garantire la sicurezza”, ha detto il premier.

Ricerche vaccino stanno andando molto avanti
“Le ricerche nel campo del vaccino stanno andando molto avanti se continuiamo a  essere responsabili incroceremo i primi risultati  positivi della ricerca scientifica in una prospettiva che ci rincuora”, ha affermato Conte.

Bonaccini: Governo rimandato su tempi per il Dpcm
“Di certo il governo ci lascia sempre poco tempo per esaminare i decreti. Questo va detto. Il tema vero è che ci hanno dato poco meno di un ora per dare un parere che abbiamo condizionato” ha detto il governatore dell’Emilia-Romagna e presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, intervenendo a Zapping su Radio 1 Rai. “Nelle modalità al Governo bisognerebbe dargli un 5,5, per dirgli che viene rimandato e deve migliorare percome si comporta. Sulla modalità – ha aggiunto – con cui ci ha mandato questo Dpcm non arriva alla sufficienza. Nel merito però ci sono cose che abbiamo chiesto anche noi”.
 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *