Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Concorso Italiano, festa dei motori Made in Italy alla Monterey Car Week

Tom McDowell, Presidente di Concorso Italiano, e Raffaello Porro, co-organizzatore dell’evento, apriranno il dibatto introducendo e intervistando gli ospiti presenti. Quest’anno è prevista la partecipazione di Wade Kawasaki, ex Presidente e CEO di Coker Tire Company e Legendary Companies, oggi proprietario di Car Guy Adventures. Kawasaki filmerà il suo viaggio lungo la Monterey Car Week fornendo una copertura video in diretta per Car Guy Adventure; Maurizio Corbi, senior designer di Pininfarina da oltre 30 anni, autore di numerosi modelli iconici del car design, Mariella Mengozzi e Benedetto Camerana, rispettivamente Direttore e Presidente di MAUTO (Museo Nazionale dell’Automobile) di Torino, il cuore della storia automobilistica italiana da quasi novant’anni dalla sua fondazione nel 1933.

Alla fine della tavola rotonda tutti i partecipanti si metteranno alla guida delle loro storiche vetture italiane e avranno l’occasione di fare un giro panoramico lungo le strade della contea di Monterey, finendo il tour in una delle cantine panoramiche della zona per pranzo.

Questo evento, da sempre, sostiene Habitat for Humanity Monterey Bay, l’organizzazione benefica prescelta da Concorso Italiano. La missione di Habitat for Humanity è di costruire abitazioni e fornire l’opportunità di avere una casa di proprietà a famiglie che vivono e lavorano nelle contee di Santa Cruz e Monterey.

Il secondo giorno, il 20 agosto, sarà quello dedicato all’evento principale, per il quale quest’anno è prevista la partecipazione di oltre 900 auto e moto grazie all’adesione di numerosi club e collezionisti che esporranno i modelli icona di prestigiosi brand, tra cui Ferrari, Maserati, Pagani, Lamborghini, Alfa Romeo, da quelli storici agli stradali, dalle sportive alle supercar e hypercar e sono attesi oltre 4.000 visitatori.

L’edizione 2022 sarà l’occasione per celebrare i 60 anni della Ferrari 250 GTO del 1962. Presentazioni uniche sono state riservate a questo importante evento con l’obiettivo di mostrare l’eccellenza ingegneristica e artistica di questo esemplare assoluto, uno dei modelli più desiderati, apprezzati (e costosi) dalla casa del Cavallino Rampante.

La giornata sarà l’occasione per la consegna dei premi 2022:

Best in Show Award 2022, nasce dalle mani creative e visionarie di Fabrizio Giugiaro, nome che nel panorama del car design non ha bisogno di presentazioni, da sempre legato a Concorso Italiano. Un nuovo concept, una sintesi di forme ed emozioni, un oggetto che cela le forme di un’automobile, come se volesse lasciare intravedere le forme di una super car italiana del futuro. Il premio con le sue linee e il suo colore, rosso acceso, crea un rimando immediato a un’auto italiana da corsa. Giugiaro disegnandolo ne ha delineato la storia e ne ha tracciato i prossimi passi. Il premio è realizzato da SuperStile azienda italiana fondata nel 2015 da Davide Palmisano e soci.

La Bella Macchina Award, quest’anno è dedicato a Maurizio Corbi, Mariella Mengozzi e Benedetto Camerana, protagonisti della Hall of Fame 2022. Il prestigioso riconoscimento verrà assegnato a Maurizio Corbi per celebrare la sua lunga e prestigiosa carriera in qualità di senior designer di Pininfarina e di artista. Allo stesso modo verranno premiati Mariella Mengozzi e Benedetto Camerana del MAUTO di Torino, per essersi saputi distinguere per le loro iniziative e per aver sempre tenuto alta la tradizione italiana del saper fare nel settore delle quattroruote. Mossi dalla vera passione per l’automobile, hanno fatto crescere il museo sotto tutti gli aspetti con ottimi risultati.

Da quando sono ai vertici del MAUTO, il museo ha goduto di un notevole incremento di attività. Dal 2018 sono state programmate più di 25 mostre, 40 tra eventi e convegni, quasi 20 eventi digitali iniziati nel 2020 durante la pandemia. Mariella e Benedetto hanno anche gestito una forte crescita del patrimonio museale, concedendo 12 donazioni d’archivio, 12 donazioni di auto e aumentando costantemente il numero di auto funzionanti che è passato da 5 nel 2018 a 25 entro la fine del 2022. 14 auto restaurate, 7 partnership internazionali e 49 partecipazioni ad eventi in tutto il mondo negli ultimi 4 anni completano il quadro.

Valentino Balboni Award 2022, realizzato da Daniel Bund, giovane e affermato artista carpigiano, invitato a creare il premio che prende il nome del leggendario collaudatore Lamborghini. Valentino Balboni, ospite fisso di Concorso Italiano, anche quest’anno sceglierà, a suo insindacabile giudizio, la Lamborghini più meritevole da premiare. Al fortunato vincitore andrà l’opera realizzata da Bund, che interpreta l’immagine e la passione del mondo Lamborghini attraverso le sue note pop e comiche.

Doug Magnon Preservation Award quest’anno sarà presentato da Adolfo Orsi. La famiglia Orsi è stata proprietaria di Maserati dagli anni Trenta al 1968 e oggi Adolfo è la memoria storica di tutto ciò che riguarda il marchio. Il Doug Magnon Preservation Award è un riconoscimento dedicato a Doug Magnon, proprietario di una delle più grandi collezioni di Maserati al mondo, il Riverside International Automotive Museum. Il Premio è destinato al proprietario di una Maserati che non è mai stato tentato dalla voglia di modificare la propria auto per cercare di migliorala e renderla ancora oggi perfetta, ma che ha preferito preservarne l’esperienza di guida.

A Concorso Italiano 2022 ci sarà anche la passerella di Cesare Gasparri Zezza, pronipote di Ignazio e Franca Florio. I Florio furono, tra l’Ottocento e l’inizio del Novecento tra le famiglie più facoltose d’Italia, di tradizione industriale, protagonista del periodo della “Belle Époque” e proprietari della compagnia di navigazione che all’inizio del ‘900 copriva la tratta Napoli – New York.

Molti italiani salirono a bordo di quelle navi per andare a cercare fortuna nel Nuovo Mondo. Il 25 luglio Cesare è partito da New York, a bordo di una Alfa Romeo Giulia, per continuare idealmente quel viaggio e arrivare a Concorso Italiano. Sangue Florio nelle vene, Cesare Gasparri Zezza, da sempre appassionato di motori consegnerà a Tom McDowell una lettera firmata da Angelo Sticchi Damiani, Presidente di ACI Italia a testimonianza della stima e ammirazione di ACI per l’evento.

Potrebbe interessarti: Alfa Romeo, le novità dal Brennero al grande suv passando per nuova Giulia 

Fonte: auto.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *