Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Concimi naturali, i 5 migliori fertilizzanti fai da te per orto e giardino

Avere un angolo sempre verde e fiorito rende la casa più bella. Se poi avete la fortuna di possedere un giardino, ancora meglio: potete rilassarvi dedicandovi alla cura delle vostre piante o dei vostri ortaggi in tutta tranquillità.

Per avere piante sempre rigogliose e fiorite, la prima cosa necessaria è un terreno fertile e ricco di sostanze nutritive. L’agricoltura tradizionale spesso utilizza prodotti chimici molto aggressivi, nonché tossici e inquinanti per l’ambiente.

Per fortuna però è la stessa natura a venire in nostro soccorso: esistono infatti dei fertilizzanti naturali che ci permettono di avere un terreno perfetto per il nostro orto o giardino, rispettando e amando l’ambiente.

Usando questo genere di prodotti, non solo rispetteremo l’ecologia, ma i nostri fiori e ortaggi saranno ancor più belli e sani, se poi sono ortaggi potremo gustare sulla nostra tavola prodotti realmente biologici e naturali.

Scopriamo allora con gli esperti di Hellogreen come rendere più fertile il terriccio del nostro orto con prodotti che non avremmo mai pensato di poter usare nei nostri lavori di giardinaggio, oppure con qualcosa che altrimenti butteremmo via.

Acqua di cottura delle verdure

approfondimento

Fiori da vaso estivi per balcone e giardino, le 6 varietà più belle

Quando fate bollire delle verdure ad esempio per il minestrone, conservate l’acqua di cottura e utilizzatela per innaffiare le piante e fertilizzare la terra. Chiaramente, le verdure che cuociamo devono essere di provenienza biologica.

Bucce di banana

Come tutti sanno, le banane sono ricche di potassio. Ma non tutti sanno che le bucce possono essere degli ottimi fertilizzanti naturali per il nostro orto o per le piante che teniamo sul balcone di casa. Basta tritarle o ridurle comunque a piccoli pezzi e interrarle a poca profondità. In alternativa sono un efficace rimedio per concimare le rose: basta mettere le bucce a macerare in un contenitore d’acqua per due settimane, e spruzzare poi il liquido ogni tanto alla base dei fiori per accelerarne la fioritura. Altro utilizzo: le bucce di banana possono essere impiegate anche per rendere più lucide le piante del nostro orto o balcone: basta sfregare la parte interna delle bucce sulla superficie delle foglie per un risultato garantito.

Cenere del camino

approfondimento

Erbe aromatiche, elenco dei nomi e come utilizzarle in cucina

La legna del camino bruciata lascia molta cenere, che generalmente è seccante da smaltire. Ecco che invece può diventare un ottimo fertilizzante naturale che apporta molte sostanze nutritive alla terra, come fosforo e potassio, ma anche calcio e magnesio. Ovviamente non bisogna usare legna verniciata né trattata, che al contrario può risultare inquinante. La cenere inoltre tiene lontane lumache e chiocciole, ghiotte di molte varietà di ortaggi coltivati.

Per ottenere un fertilizzante naturale con la cenere del camino dovete:

  • Mischiare la cenere al terriccio – massimo al 30% – e spargerla alla base delle piante.
  • Per ogni metro quadrato di terreno occorrono circa 200 grammi di cenere.
  • Ideale integrare cenere e compost, che apporta l’azoto, sostanza che non è presente nella cenere prodotta dalla combustione della legna.

Fondi di caffè

A quante cose servono i fondi deI caffè! Dal pulire gli scarichi e le tubature, a rimedio contro rughe e cellulite, nonché come fertilizzante naturale, grazie alla presenza di azoto e sostanze antiossidanti. Queste sostanze sono in grado di arricchire il terreno. I fondi del caffè possono anche essere aggiunti al compost oppure, una volta sbriciolati, sparsi sul terreno, rendendolo più acido.

Il miglior utilizzo di questo fertilizzante naturale si riscontra in azalee, camelie, mirtilli, rododendri, rose e più in generale in tutte le piante sempreverdi. Grazie all’apporto di molte sostanze nutrienti al terreno, i fondi di caffè svolgono anche un’azione repellente contro i parassiti e le lumache.

Gusci d’uovo

Anche questo elemento di scarto della cucina si rivela prezioso per il nostro orto o giardino: lavati, sminuzzati e sotterrati nel terreno, i gusci d’uovo favoriscono la fertilità del terreno e combattono inoltre i parassiti che infestano le piante, così come gli animali a corpo molle – lumache, chiocciole, bruchi e vermicelli, capaci di rovinare le nostre foglie.

Inoltre i gusci d’uovo contengono carbonato di calcio per oltre il 90% e vengono usati anche per affrontare uno dei problemi più comuni per coltiva un orto o tiene delle piantine sul balcone. Tra i casi più tipici, la pianta del pomodoro che in molti casi non è abbastanza forte da reggere il peso del frutto: grazie ai gusci d’uovo, in questo modo, si irrobustisce.

Fonte: tg24.sky.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *