Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Come funziona la constatazione amichevole

Quando si guida per strada, purtroppo, a volte la prudenza non è mai abbastanza. In certi casi basta anche una piccola distrazione, propria o degli altri, per trovarsi coinvolti in un incidente. La prima cosa da fare è mantenere la calma e accertarsi che nessuno si sia fatto male; la seconda invece, fortemente consigliata, è quella di procedere con la compilazione della constatazione amichevole.

I moduli della constatazione amichevole 

La compilazione della constatazione amichevole avviene quando uno dei soggetti coinvolti nell’incidente si attribuisce la responsabilità di aver causato il sinistro ed è importante per accelerare le pratiche del risarcimento dei danni. Tutti sono in possesso del documento, perché viene rilasciato dalla propria compagnia assicurativa quando viene stipulato il contratto RCA (responsabilità civile auto). 

Altrimenti, è possibile anche scaricarlo da internet digitando “modulo CAI” (constatazione amichevole di incidente). In questo documento i conducenti coinvolti nell’incidente devono descrivere la dinamica del sinistro e ammettere eventuali responsabilità. Con il modulo CAI però, per richiedere il risarcimento dei danni, la richiesta deve essere inoltrata alla propria compagnia di assicurazione anziché a quella del veicolo responsabile. 

Entro quando compilare la constatazione amichevole 

La constatazione amichevole deve essere compilata entro un certo periodo di tempo, sia per denunciare l’incidente che per richiedere il risarcimento dei danni. E’ sempre meglio compilare il modulo subito dopo l’avvenimento del sinistro. In caso contrario, è importante compilarlo entro tre giorni lavorativi per denunciare l’incidente alla propria compagnia assicurativa. 

Se il documento contiene tutte le firme dei conducenti coinvolti nell’incidente, l’attesa per ricevere il risarcimento dei danni si riduce notevolmente. Se per la denuncia del sinistro bisogna rispettare i tre giorni lavorativi, la scadenza per richiedere il risarcimento dei danni, invece, si protrae fino a due anni da quando è avvenuto l’incidente. 

Per quanto riguarda il modulo CAI, se si consegna il modulo dopo due anni dall’incidente non si ha diritto ad alcun risarcimento, a meno che il sinistro non si consideri reato a causa di lesioni colpose. 

Un consiglio è quello di compilare sempre la constatazione amichevole, anche quando il colpevole non voglia assumersi le proprie responsabilità e quindi venga meno l’accordo tra i conducenti coinvolti. In questo caso, il documento inviato alla propria assicurazione vale come denuncia dell’incidente, importante per fornire la dinamica dei fatti.

Ultima modifica: 11 Novembre 2022

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *