Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Colpita alla testa con un bastone di ferro, 51enne in fin di vita in ospedale

Aggredita con un bastone di ferro lotta fra la vita e la morte al policlinico Umberto I. Ad essere sottoposta ad un delicato intervento chirurgico alla testa una transessuale colombiana di 51 anni. A colpirla un’altra trans, che si sarebbe fatta giustizia da sola dopo essere stata vittima di un lancio di bottiglie da parte della vittima che si trovava in compagnia di altre transessuali in viale Palmiro Togliatti. Ad essere sottoposta a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di tentato omicidio una 43enne uruguaiana.

A ricostruire i fatti gli investigatori del commissariato San Lorenzo di polizia intervenuti una prima volta intorno alle 6:45 di domenica mattina su segnalazione di un cittadino che aveva richiesto l’intervento al 112 per una rissa fra un gruppo di donne fra via dei Tulipani e via dei Pioppi, nella zona dell’Alessandrino. Una prima chiamata che non aveva trovato riscontro, con i poliziotti che intervenuti una prima volta nella zona dell’Acquedotto Alessandrino non avevano trovato tracce dell’accaduto. 

Poche ore più tardi la comunicazione dell’arrivo di una 51enne all’Umberto I, soccorsa nella sua abitazione con una grave ferita alla testa provocatagli da un oggetto contundente. Tornati sul posto della prima segnalazione con gli investigatori della scientifica, i poliziotti in servizio nel primo turno mattutino hanno quindi cominciato a ricostruire l’accaduto. A metterli sulla pista dell’aggressione anche un testimone. Una volta vista arrivare la volante, ha infatti riferito ai poliziotti di aver assistito ad una furente lite fra un gruppo di transessuali indicando la presenza di una donna – particolarmente agitata – che si trovava ancora poco distante dal luogo dell’aggressione.

Compreso che la stessa potesse essere coinvolta nell’aggressione gli agenti l’hanno ascoltata con la stessa che ha poi riferito loro la sua versione dei fatti. Identificata in una transessuale uruguaiana di 43 anni la stessa ha denunciato che alle prime ore di domenica 4 settembre si trovava su viale Palmiro Togliatti per andare a fare colazione. All’altezza di via dei Tulipani la stessa sarebbe stata aggredita verbalmente da un gruppo di 5 donne che le avrebbero poi tirato della bottiglie di vetro per allontanarla. 

In fuga la 43enne uruguaiana avrebbe trovato un bastone di ferro in strada ed avrebbe deciso di vendicare l’aggressione subita poco prima. Tornata sul luogo del misfatto avrebbe trovato la sola 51enne e l’avrebbe colpita alla testa con la spranga. Ferita la donna nata in Colombia si è quindi recata nella sua abitazione dove è stato poi il compagno a richiedere l’intervento al 118. 

Sottoposta a fermo di indiziato di delitto la posizione della 43enne è al vaglio dell’autorità giudiziaria mentre restano critiche le condizioni della vittima, in coma farmacologico all’Umberto I dopo essere stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico alla testa. 

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *