Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Collari d’oro, Draghi celebra sport italiano. La lezione di Bebe Vio

Nel giorno in cui Daniela Manni, moglie di Alex Zanardi, ha deciso di annunciare il ritorno a casa del campione paralimpico la consegna dei Collari d’oro si è tramutata in una festa diversa, una celebrazione di gioia ed euforia per una notizia che segretamente attendevano gli amici di sempre di poter condividere.

L’annuncio di Luca Pancalli ai Collari d’oro: Zanardi è a casa

Quest’anno è stato anche quello dei Giochi Olimpici, degli Europei, delle imprese inattese e sorprendenti dell’atletica italiana a Tokyo soprattutto e di primati incredibili dei campione paralimpici che, sotto il segno di Zanardi, hanno dato il loro tributo di sport e umanità in una edizione delle Paralimpiadi esemplare, per la bandiera italiana.

Alla presenza di Mario Draghi e delle più alte cariche dello sport, i protagonisti di questa annata straordinaria da Marcell Jacobs a Gianmarco Tamberi, hanno acceso l’Auditorium di una sonorità diversa con i colleghi che hanno reso Tokyo più vibrante con il loro apporto.

Bebe Vio: le sue parole una lezione di vita e di sport

Anche Bebe Vio ha preso parte a questo momento superbo, senza perdere la sua cifra. La stessa che l’ha resa unica, anche davanti a Ursula von der Leyen, alla guida dell’UE in una delle fase più delicate dalla sua nascita.

“Io un simbolo, ma sono una delle tante medaglie paralimpiche di Tokyo”, ha detto Bebe Vio durante la cerimonia di consegna dei Collari d’Oro presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. “Sono una delle persone più innamorate dello sport – ha continuato l’oro nel fioretto -. Io sono stata fortunata perché ho avuto subito a disposizione protesi e carrozzina Era doveroso iniziare ad aiutare i ragazzi a fare sport, è l’unica cosa che ti aiuta a superare ogni tipo di barriera”.

La premiazione con il premier Draghi

La notizia di Zanardi è stata comunicata dal palco della Sala Sinopoli del Parco della Musica a Roma durante la cerimonia dei Collari d’Oro del Coni che vede, tra gli altri, protagonista il premier Mario Draghi.

“Una notizia meravigliosa per il nostro mondo”, è il primo commento del presidente del Comitato Olimpico, Giovanni Malagò. “Una notizia splendida in una giornata che oggi incorona gli atleti che hanno reso grande la nostra Italia”, ha dichiarato la sottosegretaria allo sport, Valentina Vezzali. “È il più bel regalo di Natale che potessimo ricevere”, ha aggiunto il numero uno del Comitato Italiano Paralimpico (Cip) Luca Pancalli.

Il ricordo di Giampiero Galeazzi

Alla gioia combinata alla commozione per Zanardi, il presidente del Coni Giovanni Malagò ha unito il ricordo di Giampiero Galeazzi, campione di canottaggio e giornalista della Rai tra i più noti e amati, durante la premiazione della coppia oro olimpico Cesarini-Rondini:

“Ha avuto il merito di aver consacrato questo sport del canottaggio. Ha sdoganato tutto lo sport, è andato oltre la singola disciplina. È stato un simbolo di popolarità di quelle discipline che hanno fatto fatica a trovare uno spazio giusto. È stato un grande, è stato unico”.

Marcell Jacobs; la sfida ora si sposta sui 200m

“Mi sto preparando molto, soprattutto mentalmente, sui 200. Non so ancora la data, ma sicuramente li proverò in Italia nelle prime gare outdoor. Sfida a Bolt? Andiamoci piano. I 200 sono funzionali per puntare alla mia gara che sono i 100″, ha detto a margine della premiazione il campione olimpico dei 100m, Marcell Jacobs.

“Sto lavorando per far sì che il 2022 sia un altro 2021. Sono veramente emozionato di essere qui. Replicare l’anno non sarà facile”, ha concluso Jacobs.

Tamberi e l’obiettivo 2022

Tamberi guarda avanti e già sogna di bissare questo 2021:

“Il talento serve, ma è forse la parte più piccola di ciò che sta dietro. Spero che il 2022 sia il prolungamento del 2021, ci ha insegnato tanto quest’anno: chi vince può aiutare gli altri come abbiamo visto con Mancini, le Olimpiadi e i vari Europei di pallavolo e ciclismo. La stagione indoor non la faremo probabilmente, stiamo programmando tutto per i Mondiali outdoor del 2022 che saranno il grande obiettivo”, ha dichiarato Gianmarco Tamberi, oro olimpico nel salto in alto.

VIRGILIO SPORT

Collari d'oro, Draghi celebra sport italiano. La lezione di Bebe Vio Fonte: ANSA

Fonte: sport.virgilio.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *