Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Cittadella dello sport per tutte le discipline Costerà 7,8 milioni

Il rendering del complesso dotato di piazza ed anfiteatro che ospiterà le associazioni nella nuova Cittadella dello sport prevista a Casette

Il rendering del complesso dotato di piazza ed anfiteatro che ospiterà le associazioni nella nuova Cittadella dello sport prevista a Casette

Il rendering del complesso dotato di piazza ed anfiteatro che ospiterà le associazioni nella nuova Cittadella dello sport prevista a Casette

Il rendering del complesso dotato di piazza ed anfiteatro che ospiterà le associazioni nella nuova Cittadella dello sport prevista a Casette

Una «casa» per le decine di associazioni sportive attive a Legnago. Oltre ad una piazza con anfiteatro per le premiazioni degli atleti ed altre iniziative delle varie discipline. È questo uno degli interventi principali che caratterizzano il «piano guida» – così stato ribattezzato il «masterplan» in ossequio alle recenti disposizioni del consiglio comunale a difesa della lingua italiana – varato dalla Giunta del sindaco Graziano Lorenzetti. Gli interventi da 7,8 milioni di euro volti a trasformare, a partire dal 2023, l’area di 10 ettari gravitante su via Olimpia a Casette in un vero e proprio quartiere dello sport, è stata presentata nella versione definitiva in municipio da Roberto Danieli e Luca Falamischia, assessori rispettivamente ai Lavori pubblici e allo allo Sport, affiancati dall’ingegner Giacomo Masiero, responsabile dell’ufficio tecnico, e dall’architetto-ingegnere Alessandra Pernechele, a capo dell’unità Gestione del territorio municipale. Gli elaborati dei vari edifici ed impianti che andranno ad affiancarsi e ad integrare quelli già esistenti – tra cui lo stadio «Mario Sandrini» utilizzato dal Legnago Salus, le piscine comunali ed il palazzetto dello sport – sono stati realizzati dall’architetto Gabriele Bassi di Padova. «Il professionista», ha rimarcato Danieli, «ha tradotto sulle mappe una sintesi delle esigenze espresse dalle varie società durante gli incontri della Consulta dello sport». «Per la stesura del piano guida», ha aggiunto Falamischia, «c’è stata una sinergia tra esecutivo, maggioranza, Consulta e gruppi dell’ambito sportivo». La palazzina destinata alle associazioni agonistiche e non, che oggi non hanno una sede in città, sarà a due piani e costerà 2,9 milioni di euro, a cui si aggiungeranno i 580mila euro per la pavimentazione della piazza esterna, con tanto di fontana a raso, ed altri 440mila euro per l’anfiteatro. Il centro ricreativo e gli spazi esterni serviranno per incontri, manifestazioni, convegni ed altro ancora. Il complesso sarà eretto a chiusura di via Olimpia, che verrà resa completamente pedonale. Ora il Comune punta a partecipare al prossimo bando statale per ottenere i finanziamenti destinati alla riqualificazione delle aree degradate. Per il «restyling» della zona sportiva di Casette, il Comune accetterà anche contributi di privati e quelli che le società sportive riusciranno ad intercettare direttamente. In municipio, nel frattempo, è già arrivata una manifestazione di interesse per la realizzazione di campi da paddle, una disciplina simile al tennis. Tra gli impianti che arricchiranno il «quartiere sportivo» ci saranno anche un campo da rugby, uno per l’atletica leggera, una pista di pattinaggio, un’area per il tiro con l’arco, rettangoli per il beach ed il green volley, un percorso per il north walking e nuove strutture per il calcio. «L’obiettivo», ha rimarcato Danieli, «è quello di rendere fruibile l’area per una ventina di ore ogni giorno». I primi interventi previsti riguarderanno il riassetto viabilistico. «In particolare», ha precisato il vicesindaco, «verrà realizzato un parcheggio a ridosso della viabilità di collegamento tra la nuova bretella con la 434 e via Olimpia».•.

Fonte: larena.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *