Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Citroën C4 X, come va la berlina Suv che punta su comfort e prezzo

Design che abbina muscoli da Sport Utility a carrozzeria a tre volumi classica, bagagliaio generoso e sospensioni che isolano bene dalla strada. Motorizzazioni a benzina, gasolio ed elettrica

Gianluigi Giannetti

Più che della formula di carrozzeria e del design, ci interessa l’idea, e l’abbiamo provata su strada. Citroën C4 X è una berlina a tre volumi derivata direttamente dalla media C4, rispetto alla quale aggiunge 26 cm di lunghezza in coda. Viene proposta con motorizzazione elettrica da 136 Cv di potenza, a gasolio BlueHdi da 130 Cv e soprattutto in due varianti a benzina, PureTech 130 Cv oggetto della nostra prova (i prezzi partono da 29.300 euro) e PureTech 100 Cv, in listino da 25.300 euro. Il look a metà strada tra vettura e Suv Sportback casomai è utile ad un modello che in realtà deve rappresentare la prima auto da famiglia, nei canoni di un prezzo ragionevole. Secondo le ultime stime del centro studi Fleet&Mobility, il prezzo medio netto delle auto immatricolate nel 2022 in Italia ha superato i 26.200 euro, con una crescita dell’8% rispetto ai 24.300 dell’anno precedente. In termini assoluti, oggi, Citroën C4 X interessa perché è tra le poche auto di grandi dimensioni alla portata di molti.

Citroën C4 X, il design

—  

Qualche effetto speciale, ma nessun gioco di prestigio per C4 X, che resta una C4 nonostante la lunghezza aumenti da 434 a 460 cm, ovvero 24 cm in più, assorbiti completamente dalla coda finora assente, tanto da portare un guadagno netto in termini di capacità del bagagliaio, che passa da 380 a 510 litri, 1.360 litri reclinando lo schienale del divano posteriore. Quanto lavoro il gruppo Stellantis abbia fatto per ottenere il meglio in termini di abitabilità lo spiega un dato tecnico, eloquente. C4 X, come C4 del resto, poggia su quel pianale modulare Cmp che non è stato affatto pensato per la categoria delle vetture medie a cui entrambe appartengono, ma per le citycar come Citroën C3 o Peugeot 208 e Opel Corsa, a cui si aggiungono le relative derivazioni sport utility compatte come Opel Mokka, Peugeot 2008 e la nuova Jeep Avenger, lunga appena 408 cm. Cinquantadue cm in meno di C4 X, ma sulla stessa piattaforma meccanica.

Il design della C4 X

—  

Intatto rispetto a C4 il frontale, con due file di Led sulla sommità del cofano che convergono verso la mascherina sottilissima, e poi i due pentagoni che raccolgono il resto dei gruppi ottici. Ovviamente nuova la coda, con fari piuttosto ben disegnati ad accompagnare l’accenno di spoiler sulla cima di quello che non è affatto un portellone classico a tutta lunghezza, comprensivo di lunotto, ma il più tradizionale del cofani posteriori in metallo, incernierato alla vecchia maniera e sostenuto da due bracci che rientrano nel baule, per altro con un piano di carico regolare ma molto ribassato rispetto alla soglia di carico. C’è qualcosa di antico nella C4 X, inutile negarlo, anche per la dimensione dei cerchi da 18 pollici che ospitano pneumatici di taglia 195/60, con un battistrada cioè più ridotto di quanto il look da Suv suggerirebbe.

Citroën C4 X, gli interni

—  

Se normalmente l’entusiasmo non è lo stato d’animo che trasmette una vettura da famiglia, pragmatismo e furbizia sono invece d’obbligo. Renault Arkana e la sua carrozzeria Suv Coupé rappresentano la concorrenza principale per Citroën C4 X, tanto che anche il modello con la losanga utilizza una piattaforma da vettura compatta, ovvero la stessa della Clio. Arkana però sconta una inclinazione del parabrezza tanto forte da disegnare un montante anteriore davvero impegnativo per i movimenti della testa, soprattutto al momento di salire a bordo. Citroën C4 X è stata più furba, con un disegno dell’intero padiglione meno forzato e anche arretrando la posizione dei sedili, peraltro con schienali piuttosto inclinati. Il resto dell’abitacolo è indistinguibile rispetto a quello della C4, con schermo da 10″ al centro della plancia, head up display che integra la strumentazione digitale dietro il volante e una generale sensazione di spazio all’altezza delle spalle e delle gambe, anche nei posti posteriori. La qualità delle plastiche è nella media, giocata sulla durata piuttosto che sull’effetto scenico, ma il climatizzatore automatico bizona è di serie.

Citroën C4 X, come va

—  

La prima e unica auto da famiglia deve garantire viaggi comodi, senza eccessi, con spazio per cinque passeggeri e bagagli, limitando i consumi più possibile. La logica è a favore di Citroën C4 X e delle sue sospensioni Advanced Comfort, che sono di serie in tutti gli allestimenti. Per ogni ruota non ci sono i classici smorzatori meccanici che assorbono l’energia in modo passivo e parziale, ma una coppia di smorzatori di tipo idraulico, uno per l’estensione e l’altro per la compressione. Lavorano in combinazione con molle e ammortizzatori, ma soprattutto dissipano piuttosto bene i colpi delle sconnessioni stradali, consentendo alla C4 X anche un assetto piuttosto alto, con una distanza tra il suolo e il fondo della vettura che arriva fino a 16 cm. Non ci sono rimbalzi anche se il manto stradale ha irregolarità profonde, l’assetto è generalmente ben controllato, ma con l’inevitabile scotto di un rollio più pronunciato nelle curve ad andatura sostenuta, con qualche ondeggiamento in eccesso della carrozzeria. Fin troppo rilassante lo sterzo, con un raggio di svolta che trasmette l’agilità di una vettura ben più compatta, ma anche un feeling di grande leggerezza nella guida, con poca sensibilità ai piccoli movimenti sul dritto. Comportamento diretto non è neppure quello dei freni, che hanno un pedale dalla corsa lunga.

Guida comoda

—  

Il comfort è un fatto di compromesso, su cui però C4 X non fa sconti in materia di insonorizzazione, che è buona a livello aerodinamico e ancora migliore sul piano meccanico. Il motore 1.2 tre cilindri turbo benzina PureTech 130 Cv non trasmette in abitacolo rumorosità a patto di non superare la soglia dei 5.000 giri, mentre l’isolamento dalle vibrazioni è totale. La progressione è consistente, anche per merito del cambio automatico ad 8 rapporti con convertitore di coppia, sempre fluido ma anche puntuale, dimostrando la bontà di questa trasmissione non solo a buona andatura, ma anche nel traffico, con una calibrazione molto ben giocata del sistema Start & Stop che fa risparmiare ulteriormente carburante. I consumi medi dichiarati per 5,7 litri ogni 100 km si sono dimostrati più che realistici, anche con una guida impegnata in città.

Citroën C4 X, allestimenti e prezzi

—  

Nuova Citroën C4 X è già disponibile negli allestimenti Feel o Feel Pack, Shine e Shine Pack. Tre le varianti di motorizzazione, benzina 1.2 turbo PureTech 100 Cv con cambio manuale a 6 marce, a partire da 25.300 euro; benzina 1.2 turbo PureTech 130 Cv con cambio automatico a 8 rapporti, oggetto della nostra prova, a partire da 29.300 euro; diesel 1.5 BlueHdi 130 Cv con cambio automatico a 8 rapporti, a partire da 30.800 euro; elettrica Ë-C4 X da 136 Cv, in listino da 38.300 euro salvo incentivi.

Pregi e difetti

—  

Piace: Comfort sempre garantito dalle sospensioni con smorzatori pneumatici e buona insonorizzazione. Cambio automatico che si abbina molto bene al lavoro del tre cilindri benzina. Non piace: La formula del cofano posteriore incernierato è datata, nonostante il bagagliaio offra molto spazio. La qualità delle plastiche punta poco sul look. Sterzo e freni hanno una impostazione fin troppo turistica.

La scheda tecnica

Citroën C4 X 1.2 PureTech 130 Cv

 
Motore 3 cilindri turbo benzina
Cilindrata (cc) 1.199
Potenza massima 131 Cv (96 kW)
Coppia massima 230 Nm a 1.750 giri
Cambio automatico 8 rapporti
Trazione anteriore
Prestazioni  
Accelerazione 0/100 km/h 10,3 s
Velocità massima 210 km/h
Consumi (l/100 km) 5,7
Emissioni CO2 (g/km) 129
Dimensioni  
lunghezza (mm) 4.600
larghezza (mm) 1.800
altezza (mm) 1.525
passo (mm) 2.670
bagagliaio (l) 510/1.360 max
Peso in ordine di marcia (kg) 1.289
Prezzo a partire da 29.300 euro 
(versione Feel Pack)

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *