Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Chelsea-Juventus, Allegri: “Ora non possiamo pensare, ma solo fare”

Dopo le prime quattro vittorie consecutive, la Juventus affronterà il Chelsea a Stamford Bridge per difendere il primo posto nel girone. Massimiliano Allegri costretto a fare a meno di uomini importanti, ma può contare su Paulo Dybala: “Non so se ha minuti nelle gambe perché non gioca da un po’. Ma lui e Kulusevski sono convocati, quello sì. La situazione è buona. Abbiamo Danilo fuori per due mesi, ma pensavo peggio. Kulusevski si è tolto un dente, ma sta bene ed è a disposizione della squadra. De Sciglio spero rientri prima dell’Atalanta, ma al massimo sarà per quella dopo. Bernardeschi ancora non è pronto, mentre Chiellini da mercoledì è con la squadra. Piano piano li recuperiamo tutti”, le parole dell’allenatore bianconero ai microfoni di Sky Sport.

Quanto è importante la gara con il Chelsea?
“La cosa più importante è che giocheremo una gara bellissima, contro la squadra che è in testa in Premier League e ha vinto l’ultima Champions. È una squadra tecnica e fisica, sarà un test difficile e servirà una grande prestazione. Non si tratta di fiducia o meno, è chiaro che i risultati aumentano autostima e certezze, ma in questo momento, per non perdere di vista quel che dobbiamo fare, dobbiamo solo pensare alla prossima partita e da giovedì a quella successivamente. Se non facciamo così, cadiamo negli errori che ci hanno portato a lasciare punti preziosi per strada”.

Il passo da fare è trovare continuità di vittorie?
“Non bisogna pensare, ma solo fare. Ora c’è da giocare a Londra con il Chelsea, dobbiamo fare una bella partita, poi sabato ne dobbiamo fare un’altra. Senza pensare a cosa dobbiamo fare tra due o tre mesi, in questo momento non serve veramente a niente”. 

“Kean o Morata? Uno dei due, magari fanno un tempo a testa”

L’allenatore bianconero, in conferenza stampa, ha poi aggiunto: “Rabiot era in crescita prima del Covid, poi ha avuto un momento di difficoltà. La cosa più importante è che tutti pensino a crescere e migliorare. Kean può giocare, devo decidere tra lui e Morata, ma magari faranno un tempo a testa. Entrambi hanno giocato bene a Roma. Cristiano Ronaldo è stato capocannoniere ovunque, è difficile trovare i suoi gol. Noi abbiamo tanti giocatori che possono segnare, ma in questo momento non ci riusciamo. Sicuramente li troveremo”, conclude Allegri.  

De Ligt: “Migliorati dopo il ritiro, sogno di vincere la Champions”

approfondimento Chelsea-Juventus, curiosità e statistiche

Prima del Chelsea, ha parlato in conferenza anche De Ligt: “Queste sono partite belle da giocare, è fondamentale restare compatti. Il Chelsea ha qualità, bisogna giocare da Juve. Giochiamo per arrivare primi nel nostro gruppo, ma guardiamo partita per partita. Sogno di vincere la Champions come tutti, ma non è facile. Però dobbiamo lavorare duramente per arrivare al massimo risultato, stiamo migliorando e bisogna continuare così. Dopo il ritiro abbiamo vinto due partite, è la cosa più importante. Ora mi sento con uno spirito diverso, le tre soste sono state difficili per noi ma per avere continuità è importante stare insieme, ora arriva un periodo in cui potremo farlo. Ma dopo il ritiro abbiamo capito cosa bisogna fare per essere la Juventus, bisogna avere lo spirito giusto che ho visto contro la Fiorentina e contro la Lazio. Differenze col campionato? In Champions le partite sono diverse, le squadre forti lasciano più spazio per le ripartenze di giocatori di gamba come Chiesa e Morata. Contro le piccole del campionato, invece, c’è meno spazio, quindi dobbiamo trovarlo col gioco e in questo dobbiamo migliorare”. Sul rinnovo, aggiunge: “Per il momento non ne stiamo parlando, sto pensando al campo perché anche in campionato siamo un po’ in difficoltà e c’è bisogno di giocatori che stiano concentrati solo sulle partite”.  

Riecco Dybala, out in cinque

leggi anche Danilo, lesione a una coscia: resta fuori due mesi

La notizia importante, per Massimiliano Allegri, arriva da Paulo Dybala: dopo aver saltato la sfida di campionato contro la Lazio, l’argentino è rientrato in gruppo ed è quindi tornato a disposizione per la sfida di Champions League. Lungo stop, invece, per Danilo: il brasiliano sarà costretto a restare fuori per circa due mesi a causa di una lesione muscolare all’adduttore lungo della coscia sinistra. Il brasiliano si è aggiunto alla lunga lista di infortunati, su cui figurano già i nomi di Chiellini, Ramsey, De Sciglio e Bernardeschi. Indisponibilità importanti per Massimiliano Allegri, costretto quindi a fare meno di questi uomini per la gara di Stamford Bridge. 

Fonte: sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *